Monica Seles

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Monica Seles

Monica Seles (1973 – vivente), ex-tennista statunitense di origine jugoslava.

Citazioni di Monica Seles[modifica]

  • [Su Steffi Graf, riferita all'accoltellamento] È stata una grandissima campionessa. Ha realizzato il Grand Slam e vinto le Olimpiadi nello stesso anno e solo Margaret Court in carriera ha vinto più Slam di lei. È ovvio che le nostre carriere resteranno per sempre legate a quell'avvenimento perché non si potrà mai sapere quanti titoli dello Slam avrei vinto io e quindi non lei se quel fatto non fosse mai accaduto.[fonte 1]
  • Era impossibile non rispettare Jennifer. Dal momento che è arrivata nel tour, a 13 anni, era una forza. Alla fine del suo primo anno, era diventata la più giovane di sempre a entrare in top-10, chiudendo la stagione da numero 18 a 14 anni. Con il suo successo e la sua personalità estroversa, è diventata presto la fidanzatina d'America. Ma la fidanzatina d'America sapeva tirare forte. Mi sono trovata spesso dall'altra parte della rete e non era affatto divertente.[fonte 2]
  • [Riferita a Serena Williams e Venus Williams] Il tennis ha sempre vissuto di grandi rivalità: prima Evert contro Navratilova, poi io e la Graf. Quando sono rimasta fuori, per tre anni Steffi ha vinto senza rivali. Ora invece ci sono due giocatrici che dominano e sono perfino sorelle. Beh, è una gran bella storia.[fonte 1]
  • Per quanto potenti fossero i suoi colpi, il suo spirito combattivo era la sua arma migliore. Non importa quali ostacoli, quali sfide ci fossero sulla sua strada, Jennifer lottava, lottava e lottava. Più dei suoi incredibili record, più che il gioco potente che l'ha aiutata a farsi strada, è questa la sua eredità maggiore, che più di ogni altra le ha fatto guadagnare ammiratori e titoli.[fonte 2]
  • Se i tifosi lo richiedono, niente più grunting[1]. I giocatori sono pagati per divertire il pubblico e fare in modo che chi paga il biglietto ne ricavi il massimo divertimento possibile.[fonte 3]
  • Una sola giocatrice si dichiarò favorevole: Gabriela Sabatini[2]. E non lo dimentico. Fu un gesto speciale. Certo, tutte avevano da guadagnarci dal fatto che io rimanessi per un po' lontano dai vertici, ma Gaby mise da parte gli interessi economici e la carriera per compiere un gesto di grande umanità. Le numero uno cambiano, è solo una questione di tempo. Ma la tua personalità, il tuo modo di essere resta sempre quello. E il gesto di Gabriela la rende davvero speciale.[fonte 4]

Citazioni su Monica Seles[modifica]

  • La persona che ho sempre ritenuto più simile a me sul campo, ed alla quale avrei voluto assomigliare, dentro e fuori dal campo. (Jennifer Capriati)
  • Non è facile per me convivere con la consapevolezza di essere numero uno perché lei è stata aggredita. (Steffi Graf)
  • Sei un'amica, una grande campionessa, che mi ha ispirata come rivale, come avversaria in campo. Ti ho sempre ammirata per la tua incrollabile determinazione, il tuo spirito, il tuo carattere come persona. (Jennifer Capriati)

Note[modifica]

  1. Per grunting si intende la tendenza ad urlare durante gli scambi, specie quando si colpisce la pallina.
  2. Quando la Seles tornò in campo dopo il lungo periodo di sosta dovuto all'accoltellamento, tra le giocatrici si votò per decidere se renderla o meno co-numero 1 insieme a Steffi Graf, ma la maggior parte votò il no.

Fonti[modifica]

  1. a b Da Intervista esclusiva a Monica Seles, Il Tennis Italiano, 10 maggio 2004.
  2. a b Dal discorso di entrata nella Hall of Fame di Jennifer Capriati, traduzione di Alessandro Mastroluca, Ubitennis.com, 15 luglio 2012.
  3. Citata in Alessandro Mastroluca, Sharapova: gruntometro ok ma solo per le nuove tenniste, Ubitennis.com, 1° ottobre 2012.
  4. Citata in Intervista esclusiva a Monica Seles, Il Tennis Italiano, 10 maggio 2004.

Altri progetti[modifica]