Timothy Radcliffe

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Timothy Radcliffe (1945 – vivente), religioso e teologo britannico.

Affettività ed eucarestia[modifica]

  • Nel cristianesimo parliamo molto di amore, ma dobbiamo amare come siamo, con la nostra sessualità, i desideri, le forti emozioni, la necessità di toccare e stare vicini all'altro.
  • Il cristianesimo è la più corporale delle religioni.
  • Pensare che il sesso faccia repulsione è un fallimento dell'autentica castità.
  • L'eucarestia, come il sesso, è centrata sul dono del corpo.
  • Comprendiamo l'eucarestia alla luce della sessualità e la sessualità alla luce dell'eucarestia.
  • Il corpo non è solo una cosa che possiedo, sono io, è il mio essere come dono ricevuto dai miei genitori e dai loro prima di loro e, in ultima istanza, da Dio.
  • Aprirsi all'amore è molto pericoloso. È per questo che Gesù è morto, perché ha amato.
  • Se il nostro amore è solo particolare, allora corre il rischio di diventare introverso e soffocante.
  • Dio ci invia gli amori e le amicizie che sono pane del nostro cammino verso di Lui, che è la pienezza dell'amore.
  • Dobbiamo educare i nostri desideri, aprire gli occhi su quello che veramente chiedono, liberarli dai piccoli piaceri. Abbiamo bisogno di desiderare più profondamente e con maggiore chiarezza.
  • La castità ci fa scendere dalle nuvole, facendoci vedere le cose come sono.
  • L'amore comincia quando siamo guariti da questa illusione e ci troviamo faccia a faccia con la persona reale e non con la proiezione dei nostri desideri.
  • L'intimità vera e felice è possibile solo se ne accettiamo i limiti.
  • La castità ci apre gli occhi per vedere che quello che abbiamo davanti è sì un bel corpo, ma quel corpo è qualcuno. Quel corpo non è un oggetto ma un soggetto.
  • Il primo passo per superare la lussuria non è sopprimere il desiderio, ma restaurarlo, liberarlo, scoprire che il desiderio è per una persona e non per un oggetto.
  • Nel capriccio uno converte l'altra persona in Dio, e nella lussuria uno in persona si fa Dio.
  • Ora, il momento presente, è quando comincia l'eternità.
  • La nostra immaginazione ha bisogno di essere alimentata con altre storie che ci parlino di modi di vivere e amare.
  • Più che vedere i nostri amori in competizione con Dio, questi ci offrono luoghi in cui possiamo montare la sua tenda.
  • Se separiamo il nostro amore verso Dio dal nostro amore per le persone concrete, entrambi diventeranno aspri e malaticci.
  • Dobbiamo amare perché gli altri siano liberi di amare gli altri più di noi stessi.
  • Dio è sempre quello che ama di più di quello che è amato.

[Timothy Radcliffe, Affettività ed eucarestia, Conferenza dei religiosi spagnoli, Madrid, 2004]

Perché andare in chiesa[modifica]

  • Dio vuole che noi desideriamo intensamente.
  • Grazie alla speranza, che è al centro del dramma dell'eucarestia, forse riusciremo a vedere tutto con gratitudine.
  • Lo Spirito non è una forza divina imprecisata: è lo Spirito che si è librato sopra le acque del caos primigenio e ha dato vita alla Parola creatrice di Dio.
  • Nessun altro animale ha la dignità di rivendicare le sue azioni come proprie, o l'indegnità di rifiutarsi di farlo.
  • Non preghiamo per far cambiare idea a Dio, ma per cambiare la nostra idea di Dio.
  • Se essere cristiani significa relazionarsi con una generazione che teme un imminente disastro, allora non basta proclamare la propria fede, ma dobbiamo essere persone di speranza.

[Timothy Radcliffe, Perché andare in chiesa, traduzione di Paola Quazzo, San Paolo, 2009]

Altri progetti[modifica]