Abd Allah Ansari di Herat

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Francobollo tagiko raffigurante Ansari di Herat

Abd Allah Ansari di Herat (1006 – 1088), mistico persiano.

Citazioni di Abd Allah Ansari[modifica]

  • O amico, abbi cura di non far male a nessuna creatura vivente; ferire la sua creazione è come dimenticare il Creatore.[1]

Citazioni su Abd Allah Ansari[modifica]

  • Khoja Abdullah Ansari morì nel 1088 all'età di ottantaquattro anni, colpito dalle pietre lanciategli da alcuni ragazzini mentre faceva penitenza. La nostra comprensione va a quei ragazzi: anche fra i santi egli fu un esimio seccatore. Cominciò a parlare nella culla: a quattordici anni si mise a predicare; nel corso della sua esistenza fu in relazione con mille sceicchi, imparò a memoria centomila versi (oppure oltre un milione, secondo alcune fonti) e ne compose altrettanti. Aveva una predilezione per i gatti. (Robert Byron)

Note[modifica]

  1. Citato in Aa. Vv., La dieta vegetariana nel Cristianesimo, Edizioni Il Sentiero, Milano, 2011, p. 82. ISBN 978-88-86604-12-3

Altri progetti[modifica]