Afanasij Afanas'evič Fet-Šenšin

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Afanasij Afanas'evič Fet-Šenšin (1820 – 1892), poeta, traduttore e scrittore russo.

Citazioni di Afanasij Afanas'evič Fet-Šenšin[modifica]

  • Sussurro, timido, respiro, | trillo dell'usignolo, | l'argento e l'agitarsi, | del ruscello addormentato, | la luce notturna, le ombre notturne. | L'ombra infinita, | la fila di magici mutamenti, | sul viso caro, | nelle nuvolette pensierose | la porpora della rosa, | il riflesso dell'ambra, | e i baci, e le lacrime, | e l'alba, l'alba![1]

Note[modifica]

  1. Citato in Francesco Flora, Il Flora, Storia della letteratura italiana, cinque volumi, Arnoldo Mondadori Editore, Milano, 1972, vol. V, p. 626.

Altri progetti[modifica]