Alexandra David-Néel

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Alexandra David-Néel

Alexandra David-Néel, pseudonimo di Louise Eugenie Alexandrine Marie David (1868 – 1969), scrittrice, anarchica buddhista ed esploratrice francese.

  • Chi viaggia senza incontrare l'altro, non viaggia, si sposta.  Priva di fonte Priva di fonte

Incipit di alcune opere[modifica]

Il lama dalle cinque saggezze[modifica]

La sua nascita fu accompagnata da prodigi. Prima dell'alba, un chiarore sovrannaturale si diffuse sulle alte fustaie vicino alla rustica dimora dei genitori. Una coppia di uccelli incoronati da creste dorate si posò sul tetto di paglia, pur non essendo la stagione in cui questa specie migra laggiù. Dopo una lunga siccità, nociva per la vegetazione assetata e per gli animali, mentre il sole splendeva, una pioggia abbondante e improvvisa rinvigorì la terra. Un grande leopardo si fece vedere a poca distanza dall'abitazione, tranquillo, nobile e senza timore, scrutando con occhi attenti la finestra della stanza dove il bimbo veniva alla luce, e la madre del neonato disse di aver sentito, intorno a lei, canti di esseri invisibili.

Nel paese dei briganti gentiluomini[modifica]

Quel mattino un sole radioso illuminava il cielo azzurro facendo rifulgere la terra gialla, seccata dal gelo invernale. Era il principio di febbraio, la neve era ancora accatastata nei viottoli del grande monastero di Kumbum e imbiancava le cime vicine, ma i sentieri erano cosparsi da un chiarore primaverile. Le strade, con i sassi e i fili d'erba, intonavano allegri canti che invitavano alla partenza.
I muli carichi di bagagli, addobbati con ponpon rossi, facevano risuonare con impazienza i campanelli che portavano al collo...Ero in procinto di partire. L'avventura che mi apprestavo a vivere avrebbe superato per difficoltà tutte quelle che l'avevano preceduta e già ne pregustavo l'ebrezza. Un rimpianto, però, gettava sulla mia partenza un'ombra di malinconia.

Viaggio di una parigina a Lhasa[modifica]

ADDIO, PADRE!...Partiamo. Dietro la curva della strada, mi volto indietro per guardare ancora una volta l'ospite gentilissimo che qualche giorno fa, senza neanche conoscerci, ci ha cordialmente accolti, Yongden e me, allorquando gli abbiamo chiesto ospitalità.
Dal portale della Missione, il Reverendo Padre N... ci segue con lo sguardo; nel sorriso che ci rivolge è diffusa un'espressione di inquietudine. Non ha creduto ai vaghi progetti che gli abbiamo esposto; lo scopo del nostro viaggio, intrapreso in condizioni singolari, gli rimane un mistero. Dove andremo mai, soli, a piedi e senza bagagli? Se lo chiede, senza poterlo indovinare, intuendo qualche spedizione azzardata e sono sicura che i nomi dei passanti enigmatici che, per qualche notte, hanno dormito sotto il suo tetto, saranno pronunciati nelle sue preghiere. Che possano avverarsi le speranze che gli sono care! Che sia benedetto per il calore confortante con il quale la sua amicizia avvolge la mia partenza per la Roma dei lama!

Bibliografia[modifica]

  • Alexandra David-Néel, Il lama dalle cinque saggezze, Voland, Roma, 1999. ISBN 8886586493
  • Alexandra David-Néel, Nel paese dei briganti gentiluomini, Voland, Roma, 2000. ISBN 8886586590
  • Alexandra David-Néel, Viaggio di una parigina a Lhasa: a piedi e mendicando dalla Cina all'India attraverso il Tibet, Voland, Roma, 1992. ISBN 8872274133

Altri progetti[modifica]