Alfonso Signorini

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Alfonso Signorini nel 2017

Alfonso Piero Signorini (1964 – vivente), giornalista, personaggio televisivo, scrittore, conduttore radiofonico e conduttore televisivo italiano.

Citazioni di Alfonso Signorini[modifica]

  • [...] a me interessa essere amato dalla gente, se poi non ho l’apprezzamento dei radical chic ne faccio una medaglia al merito[1]
  • Quando questi signori dicono che faccio le paginate sulla famiglia Berlusconi si dimenticano che il signor Prodi posò per la prima volta con la moglie Flavia proprio su Chi, ed eravamo in campagna elettorale. E allora? Ma di che stamo a parlare.[1]
  • Se poi Berlusconi, grazie a una amicizia che abbiamo, mi apre le porte di casa e mi fa vedere le foto di famiglia certo che le pubblico, perché la famiglia Berlusconi ha sostituito nell’immaginario collettivo la famiglia Agnelli. E infatti ogni volta che pubblico Berlusconi vendo più copie, sarei un idiota se non lo facessi.[1]
  • Mi rendo conto ancora una volta che la gente di sinistra si prende sempre sul serio, e questo è il difetto di chi è votato al fallimento.[2]
  • [Sul programma televisivo Kalispera] È un programma che ho fortemente voluto, da telespettatore non ne potevo più di andare a letto pieno di ansia, di plastici di Avetrana, di politici che si azzuffano. Sentivo l’esigenza di andarmene a letto con il sorriso e un minimo di serenità. Credo di aver riempito un vuoto.[2]
  • [Sull'omogenitorialità] Parlo da omosessuale dichiarato. [...] la famiglia [...] la concepisco intesa nel senso tradizionale del termine, cioè costituita da un padre e una madre perché così ha voluto natura.[3]
  • L'angelo custode esiste, lo sento tutti i giorni, fa parte della grazia di Dio, io ci parlo. Io sento le sue indicazioni, mi illumina e a volte ho anche sconvolto qualcuno. Delle volte mi sono trovato a dover dare dei messaggi a delle persone.[4]
  • Natuzza ho avuto la fortuna di conoscerla in un momento molto delicato della mia vita. Questa donna era una contadina che parlava dialetto stretto ma con occhi neri e profondi da annegarci dentro. Quando sono andato da lei, mi ha detto di sedermi e senza che io parlassi, mi ha detto esattamente quale era la mia preoccupazione. Una cosa che non avevo rivelato nemmeno a mia madre.[4]
  • Vado a trovare la mamma e le dico "mamma ti trovo bene oggi". Torno al giornale e sento una voce che mi dice "torna subito da lei". Era strano, perché l'avevo appena vista e stava bene, ecco perché credo nell'angelo custode. Arrivo in ospedale, mia madre mi ha salutato e se n'è andata.[4]

Citazioni Su Alfonso Signorini[modifica]

  • Non ha deluso le mie aspettative, anzi. Una sera, salutandolo, gli dissi: "farò di te una star!". Non credo ci sia bisogno di aggiungere altro. (Irene Ghergo)

Note[modifica]

  1. a b c Citato in "A sinistra mi accusano ma poi fanno tutti a gara per apparire sul mio Chi", il Giornale, 8 gennaio 2011.
  2. a b Citato in "A sinistra mi accusano ma poi fanno tutti a gara per apparire sul mio Chi", il Giornale, 8 gennaio 2011.
  3. Visibile in Beatrice d'Oria, Signorini e Malgioglio: «La famiglia è madre e padre, come vuole la natura», ilsecoloxix.it, 17 marzo 2015.
  4. a b c Citato in Il Signorini che non ti aspetti. Una grande testimonianza di fede., La luce di Maria.it, 15 ottobre 2015.

Altri progetti[modifica]