Andrea Vaccaro

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Andrea Vaccaro, Sant'Agata in carcere, Museo nazionale d'Abruzzo, L'Aquila

Andrea Vaccaro (1604 – 1670), pittore italiano.

Citazioni su Andrea Vaccaro[modifica]

Carlo Tito Dalbono[modifica]

  • Andrea Vaccaro non sceglie i suoi tipi di donna tra le lavandaie e le fantesche. Egli le sceglie tra le distinte e nobili figure napolitane. Le sue donne non peccano di soverchia pinguedine come le donne di Guido Reni e di Rubens. Esse non sono mai tozze, sono alte, anziché no, spigliate e grandiose: sono napolitane nelle carni, vivaci un po' brune e cariche di colore, e le mani che Massimo[1] e la sua scuola dipinge con le dita diritte e tornite, ei dipinge polpute, non piccole, e vitalizzate dallo scorrer del sangue, tanto che lo si vede, sotto l'epidermide.
  • Ora questo nostro artista, il Vaccaro, da' più si tiene imitatore del Caravaggio, e qui mi permetto di osservare con quella franchezza e indipendenza alla quale agogno, che alcuni scrittori amano fare in arte e in lettere dei reggimenti, e dar la matricola a tutti o il brevetto.
    Proviamoci ad esser più chiari: si può vedere un autore o restare anche impressionato dell'opera di lui, ma quando un artista toglie dal vero i suoi rappresentati, e da un vero diverso da quello dell'artista che gli ha fatto impressione nell'animo, da lui si stacca per forme , come per concetti, non è più seguace. Egli è creatore.
  • Vaccaro è più accademico di Massimo[1], che può star tra i veristi, ma Andrea è più fosco e più bruno nel colore. [...]. Egli non piace sulle prime e non alletta gli occhi come il suo rivale, ma fa tutto il possibile perché le Maddalene di Guido [Reni] accanto alle sue diventino bolse o sembrino enfiate. Tra il sangue e le lacrime impasta il suo colore, e mostra che la peccatrice di Maddalo, e la Egiziaca anche pentendosi, avevan nel sangue il germe de' falli seduttori.

Note[modifica]

  1. a b Massimo Stanzione (1585 – 1656), pittore italiano, attivo principalmente a Napoli durante il periodo barocco.

Altri progetti[modifica]

Opere[modifica]

  • Collabora a Wikipedia  Maddalena (Palazzo Abatellis, Palermo, data ignota)