Angelo Monteverdi

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Angelo Monteverdi (1886 – 1967), filologo italiano.

Citazioni di Angelo Monteverdi[modifica]

  • Terra di Francia, tempo delle crociate: ecco la patria; ecco l'età in cui sbocciò e fiorì con mirabile vigore, con generosa abbondanza la nuova epopea. La Francia nel secolo XI e XII è certo, nel risveglio generale delle nazioni di occidente, quella che mostra in tutti i campi maggiori energie. Di là parte l'iniziativa delle crociate, volte non solo, oltremare, alla salvazione del sepolcro di Cristo, bensì anche, oltremonte, alla liberazione della Spagna. Di là muove la conquista dell'Inghilterra, di là la conquista delle Puglie e della Sicilia. E da tutti questi moti l'occidente esce profondamente rinnovato grazie anche in parte ai contatti vivi e fecondi ch'esso riesce a stabilire con l'oriente arabo e bizantino.
    Anche culturalmente la Francia allora primeggia. Fioriscono là le grandi scuole, a cui accorrono da ogni angolo di Europa moltitudini di studenti. Fioriscono in quelle scuole le lettere latine, vi nasce e vi cresce la nuova filosofia. E intanto sorgono da ogni lato le belle chiese, le grandi mirabili cattedrali: nasce sul suolo di Francia l'arte gotica...[1]

Note[modifica]

  1. Da Siculorum Gymnasium gennaio-dicembre 1950; citato in De Marchi e Palanza, Protagonisti della civiltà letteraria nella critica, Antologia della critica Letteraria dalle Origini ai nostri giorni, Casa Editrice Federico & Ardia, Napoli, 1974, pp. 45-46.

Altri progetti[modifica]