Al 2019 le opere di un autore italiano morto prima del 1949 sono di pubblico dominio in Italia. PD

Angiolo Silvio Novaro

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Busto di Angiolo Silvio Novaro a Diano Marina

Angiolo Silvio Novaro (1866 – 1938), poeta e scrittore italiano.

Incipit de La rovina[modifica]

- Un racconto che m è costato sangue, – egli disse. – Ogni parola, una goccia di sangue.
Io lo guardai, con un moto istintivo di repugnanza; ed ebbi ancora la stessa penosa impressione di un'ora prima; quando ci eravam messi a tavola, e Giuseppe era entrato ad accendere il gas. Allora m'avevan colpito le occhiaie incavate e livide, e quello splendore insolito degli occhi che contrastava sinistramente col gran pallore del volto consunto e l'aria stanca e sofferente.
Io non osai parlare.
E il silenzio acuì l'oscuro senso di disagio a cui soggiacevo.

Bibliografia[modifica]

  • Angiolo Silvio Novaro, La rovina, Milano : Casa Edit. Galli di G. Galli e Lelio Omodei-Zorini, 1897 (Milano : Tip. degli esercenti).

Altri progetti[modifica]