Ann Radcliffe

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Ann Radcliffe

Ann Radcliffe, nata come Ann Ward (1764 – 1823), scrittrice britannica.

Incipit di La camera dei fantasmi[modifica]

Il Conte diede ordine che si aprissero le stanze a nord, e che venissero preparate per ricevere Ludovico; ma Dorothee, memore di quanto recentemente aveva visto in quell'ala, ebbe paura a obbedire e, poiché nessuno degli altri servi osò avventurarvisi, le stanze rimasero chiuse fino all'ora in cui Ludovico vi sarebbe andato per la notte, un momento atteso da tutti nel castello con grandissima impazienza.

Incipit di Il romanzo della foresta[modifica]

«Nel momento in cui il sordido interesse si impadronisce del cuore, esso congela la fonte di ogni sentimento caldo e generoso; è un nemico sia per la virtù sia per le inclinazioni: perverte queste e annichilisce quella. Verrà forse il tempo, amico mio, in cui la cupidigia perderà la sua forza, e la giustizia potrà reimpossessarsi dei suoi diritti».

Bibliografia[modifica]

  • Ann Radcliffe, La camera dei fantasmi, traduzione di Alda Carrer, in "Storie di fantasmi", a cura di Gianni Pilo e Sebastiano Fusco, Newton & Compton, 1995.
  • Ann Radcliffe, Il romanzo della foresta, traduzione e cura di Massimo Ferraris, Elliot Edizioni, 2019.

Altri progetti[modifica]