Vai al contenuto

Athanasius Schneider

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Athanasius Schneider, 2009

Athanasius Schneider (1961 – vivente), vescovo cattolico e saggista kirghiso.

Citazioni di Athanasius Schneider[modifica]

  • Se l'Europa vuole uscire dalle sue rovine spirituali e morali, è necessario ristabilire presso di lei il vincolo fra la fede cristiana e la civiltà. I popoli e i governanti dell'Europa devono riconoscere i diritti di Dio e la sua legge, per lo meno dei diritti naturali, fondo solido sul quale sono ancorati i diritti dell'uomo. Separati dalla fede cristiana, i diritti dell'uomo non potranno assicurare la libertà, l'unità, l'ordine e la pace in Europa.[1]
  • [Sulla Fiducia supplicans] Il fatto che il documento non dia il permesso al “matrimonio” di coppie dello stesso sesso non dovrebbe accecare pastori e fedeli di fronte al grande inganno e al male che risiede nel permesso stesso di benedire le coppie in situazioni irregolari e le coppie dello stesso sesso. Una tale benedizione contraddice direttamente e seriamente la Divina Rivelazione e la dottrina e la pratica ininterrotta e bimillenaria della Chiesa Cattolica. Benedire le coppie in situazione irregolare e le coppie dello stesso sesso è un grave abuso del Santissimo Nome di Dio, poiché tale nome è invocato su un’unione oggettivamente peccaminosa di adulterio o di attività omosessuale. Pertanto, nessuna delle affermazioni contenute in questa Dichiarazione della Santa Sede, nemmeno la più bella, può minimizzare le conseguenze distruttive e di vasta portata derivanti da questo sforzo di legittimare tali benedizioni. Con tali benedizioni, la Chiesa cattolica diventa, se non in teoria, almeno in pratica, una propagandista dell’“ideologia del genere” globalista ed empia.[2]

Note[modifica]

  1. Dall'intervista di Francesco Boezi, La "trincea" di Benedetto XVI: ecco come ha difeso l'Europa, ilgiornale.it, 5 novembre 2020.
  2. Citato in Angelica La Rosa, Benedizioni delle coppie omosex: due vescovi le vietano nelle loro diocesi, 19 dicembre 2023

Altri progetti[modifica]