Barbara Baraldi

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Barbara Baraldi

Barbara Baraldi (1979 – vivente), scrittrice italiana.

Citazioni di Barbara Baraldi[modifica]

  • Cerco di riversare nella scrittura le mie passioni almeno quanto le mie ossessioni.[1]
  • Non scrivo mai in silenzio; le strofe di una canzone possono essere straordinaria fonte di suggestione.[1]

Incipit di Lullaby. La ninna nanna della morte[modifica]

Alberi, sole accecante, campi di grano giallo.
Insetti fluttuanti, ancora alberi e qualche fiore viola a colorare un fosso.
Vedo la mole massiccia color cemento dell'ex acquedotto. Aumento il passo per vincere il desiderio di scappare lontano e mettere a tacere l'ansia che mi attanaglia. Scavalco la recinzione bassa.
Poco più avanti è sfondata, ma preferisco avere la sensazione di trasgredire.
"C'è nessuno?". Se anche ci fosse anima viva non potrebbe certo sentirmi, se sussurro in questo modo.
Un rumore basso.
Procedo seguendo il perimetro, il grigio soffocante rilascia il calore che ha fagocitato, sembra di essere all'inferno. Fa un caldo allucinante. Caldo da togliere il fiato. Ho le vertigini.

Note[modifica]

  1. a b Da un'intervista di Luca Antonio Lamborizio, Intervista a Barbara Baraldi - Aurora nel buio, Milanonera.com, 27 giugno 2017.

Bibliografia[modifica]

Altri progetti[modifica]