Bartolomeo Dotti

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Bartolomeo Dotti (1642 – 1713), poeta italiano.

Citazioni di Bartolomeo Dotti[modifica]

  • Luci caliginose, ombre stellate, | Luciferi ammorzati, Esperi ardenti, | Orioni sereni, Orse turbate, | mesti Polluci e Pleiadi ridenti; || soli etiopi e notti illuminate, | limpidi occasi e torbidi orienti, | meriggi nuvolosi, albe infocate, | foschi emisferi ed erebi lucenti, || ottenebrati lumi e chiare ecclissi, | splendide oscurità, tetri splendori, | firmamenti in error, pianeti fissi, || demoni luminosi, angioli mori, | tartarei paradisi, eterei abissi, | empirei de l'inferno, occhi di Clori! (Occhi neri[1])

Note[modifica]

  1. Citato in Francesco Flora, Il Flora, Storia della letteratura italiana, cinque volumi, Arnoldo Mondadori Editore, Milano, 1972, vol III, p. 318.

Altri progetti[modifica]