Blaga Dimitrova

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Blaga Dimitrova (1922 – 2003), poetessa, scrittrice e politica bulgara.

Citazioni di Blaga Dimitrova[modifica]

  • Ricordo nella piccola città | i vicini donarsi dalla soglia | il pane, i fiori da trapianto, eccetera, | o scambiarsi attraverso i muriccioli | fuoco[1], notizie e una parola buona. | Perciò mi fa l'effetto d'una morsa | ogni porta sbattuta. || Oh, se la gente | del mondo, sorda, estranea, decidesse | di porgersi attraverso le barriere | di propria iniziativa, mani e cuore! || Ringrazio la mia piccola città | d'avermi fatto spalancare gli occhi | di meraviglia verso il mondo intero, | occhi di provinciale ma insaziabili | che sempre crederanno e cercheranno, | lungo il cammino, d'incontrare quanti | porgano una parola di conforto, | o un po' di fuoco, o un consiglio, eccetera.[2].

Note[modifica]

  1. Braci che, com'è consuetudine fra contadini, ci si scambia per accendere più rapidamente il fuoco necessario a cucinare.
  2. Da L'Europa letteraria, traduzione di B. Bavieri-Seriakova e E. F. Accrocca, Roma, anno IV; citato in M. P. Ancora, C. Balbi, T. Magistri Il cielo di carta, Antologia modulare per la scuola media, vol III, Loffredo, Napoli, p. 240-241. ISBN 88-8096-830-0

Altri progetti[modifica]