Chiara Amirante

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search


Chiara Amirante (1966 – vivente), scrittrice italiana.

Citazioni di Chiara Amirante[modifica]

  • Il Vangelo non è un libro come gli altri, da leggere e lasciare sul comodino, ma da vivere sine glossa, alla lettera.[1]
  • La mia Casa è il mondo, | la mia terra è il Cielo, | la mia Patria il cuore di ogni uomo. | Ed ogni persona che incontro | lì il mio tesoro, | nell'oscurità delle tenebre | lì la mia luce, | nello strazio dell'umanità sofferente che grida | lì il mio cuore.[2]

Alzati e rivestiti di luce[modifica]

Incipit[modifica]

Una meravigliosa scoperta ha colorato la nostra vita. Un evento straordinario, l'evento degli eventi: l'ineffabile, l'inenarrabile, l'indescrivibile, il trascendente, l'Onnipotente, l'Eccelso, l'immensamente irraggiungibile, è venuto ad abitare in mezzo a noi, si è reso piccolo, fragile, palpabile. Per noi!
Ed è il mistero. Il mistero della nostra fede: l'incarnazione, Colui che è l'Assoluto, Colui che è Dio diventa l'Emmanuele, il Dio con noi, il Dio presente in mezzo a noi. È questa la scoperta che ci ha cambiato la vita, che ci fa danzare, ci fa saltare, ci fa gioire, ci fa sorridere.

Citazioni[modifica]

  • C'è solo questo modo per alzarci, svegliarci ed uscire dai nostri sepolcri: decidere chi deve regnare. «Regna, regna Signore!». (p. 48)
  • Chiunque insegue Dio raggiunge la felicità, ma chi insegue la felicità non raggiunge Dio [...]. (p. 13)
  • Dalla verità che Dio è felicità siamo passati alla menzogna che la felicità è Dio. (p. 13)
  • Di tutto ciò che possiamo pensare di meraviglioso, l'unica cosa che ci resta da dire è "ma Dio è molto di più”. (pp. 9-10)
  • Dobbiamo entrare nella nube della non conoscenza di Dio per poter entrare in una nuova comunione con Dio. (p. 25)
  • É vero che tutti abbiamo sete di felicità (che in fondo è sete di Dio), ma in così pochi arriviamo a questa felicità... Forse perché sbagliamo il versante del monte. (p. 13)
  • Gesù è il re della gloria ma gli piace nascondersi. (p. 20)
  • L'idea più meravigliosa che io posso concepire è niente, niente dinnanzi a ciò che Dio è realmente. (p. 11)
  • La preghiera, come tutte le arti, ha bisogno di impegno e di fedeltà. (p. 24)
  • La tiepidezza: ecco il grande ostacolo alla vita di preghiera, ecco il vero virus mortale dei cristiani. Non è tanto il peccato mortale, ma la tiepidezza. (p. 27)
  • Nella preghiera può capitare di stare molto tempo in mezzo alle nubi, perché il nostro spirito non è capace di contenere la luce di Dio e quindi ha bisogno di purificazione. (p. 25)
  • [...] per fermarmi veramente e sapere che Lui è Dio, avevo bisogno di liberarmi di ogni mia idea di Dio. Avevo bisogno di oltrepassare i confini del mio pensiero, oltrepassare le barriere delle nostre idee su Dio, oltrepassare i confini dell’immenso. (p. 6)
  • [...] quando hai scoperto che Dio ti ha amato pazzamente, tanto da dare la sua vita per te e resti tiepido... è questo che provoca il vomito di Dio. (p. 27)

Solo l'amore resta[modifica]

Incipit[modifica]

Tutto passa, solo l'Amore resta! Questo pensiero così semplice si è impresso sempre più in profondità nel mio cuore molti anni fa. I medici erano stati chiari: la rarissima malattia che mi stava progressivamente togliendo la vista non mi avrebbe lasciato scampo.

Citazioni[modifica]

  • Sì, solo l'Amore può scardinare i muri dell'indifferenza che imprigionano l'anima in una solitudine mortale.
    Solo l'Amore può distruggere l'angoscia di cuori impietriti dall'odio e dalla violenza.
    Solo l'Amore può ridare speranza a chi, colpito dalle terribili sferzate della vita, giace prostrato nella disperazione.
    Solo l'Amore può fare germogliare la Gioia di vivere nei deserti dell'umanità. (p. 222) [1]
  • [...] ho una vita sola e non posso sprecarla, voglio viverla per qualcosa di grande, per qualcosa che non passa: soltanto Dio non passa, solo l'amore resta. (p. 20)
  • Se un tramonto è così bello, pensa che cosa deve essere Dio che l'ha creato! Se attraverso il canto degli uccelli percepisco un concerto così meraviglioso, come potrà essere il concerto del paradiso, il concerto dell'Amore degli amori? Se guardando le vette delle montagne resto senza fiato, che mai potrà essere la maestosità della bellezza di Dio? Che cosa accadrà quando potrò vederlo faccia a faccia? (p. 13)
  • In un mondo dove si vive di egoismo, dello schiacciarsi l'uno con l'altro, mantenere il cuore aperto e disponibile ti rende vulnerabile. (p. 46)
  • Gli uomini hanno tanti modi di spendere la vita. I santi hanno compreso che Dio solo non passa, si sono lasciati rivestire dalla luce divina e non hanno scelto i loro piccoli progetti, ma si sono abbandonati alla sua volontà per realizzare il suo grande progetto. (p. 26)
  • La fede non può essere qualcosa di disincarnato dalla nostra vita quotidiana, perché è una risposta molto concreta a quelli che sono i grandi interrogativi dell’esistenza. (p. 87)
  • Il mio segreto è l'amore a Gesù abbandonato (p. 22)

E Gioia Sia[modifica]

  • Trova il coraggio di spenderti per Amore! (p. 33)
  • Un vero amico ti accoglie per ciò che sei, con tutte le tue fragilità, povertà e proprio perché le sa accogliere e continua a credere in te, ti aiuta a scoprire il meglio di te (p. 113)
  • Una delle caratteristiche che dovremmo imparare dai bambini è la bellezza della semplicità. Più cresciamo e più diventiamo degli artisti nel complicarci la vita. (p. 45)
  • L'obiettivo del viaggio della nostra vita non è la felicità, l’obiettivo è vivere ogni attimo felicemente. (p. 50)
  • La felicità non dipende tanto da ciò che viviamo ma da come decidiamo di vivere tutto ciò che di doloroso e meraviglioso la vita ci regala. (p. 16)
  • È importante riconoscere i nostri bisogni, le nostre aspirazioni più profonde, i nostri sogni più veri. (p. 28)
  • Cercare la verità, accettare la verità, essere in verità con le persone che incontriamo è molto impegnativo, spesso ha un suo prezzo alto, ma ne vale davvero la pena. (p. 41)
  • Noi siamo creati per la felicità, per vivere una vita piena, entusiasmante, con un cuore traboccante di gioia. (p. 49)
  • Dio dona la gioia vera, quella gioia che il mondo non può dare e il mondo non può togliere. (p. 17)
  • Se non sai chi sei, cosa vuoi davvero, se non ti decidi a essere te stesso, sempre e con chiunque, non potrai sperimentare quella gioia profonda a cui il tuo cuore aspira. Se non impari a stare bene con te stesso non riuscirai mai a stare bene con gli altri. In nessuna situazione potrai sentirti pienamente a tuo agio. (2014, p. 29)
  • L'amore accende una meravigliosa luce divina nell'anima e ti indica la strada da percorrere per potere contemplare le meraviglie per cui sei stato creato. (pp. 33-34)
  • Quando il mare è in tempesta se ti immergi scopri che più vai in profondità più il mare è quieto, la forza delle onde non può travolgerti. Così è per la preghiera del cuore. (p. 130)

Dialogare con Dio[modifica]

  • Se un'aquila desidera volare verso le alte vette e tu leghi la sua zampa a una ringhiera, che si tratti di un filo di nylon (pressoché invisibile) o di una pesante catena, in entrambi i casi non le sarà possibile volare. Lo stesso avviene con la nostra anima quando resta intrappolata in qualche dipendenza. (p. 59)
  • Anche se in molti ci diciamo cristiani, molto spesso ci fermiamo qui. Diciamo di voler seguire Gesù nella via della luce che Lui ha preparato per noi ma di fatto non ci decidiamo a fare questa fondamentale conversione, continuiamo a occuparci e preoccuparci molto più delle cose dell'io che di Dio! (p. 149)
  • Qualunque sia la tua chiamata, che sia vita attiva o che sia vita contemplativa, puoi vivere una nuova tappa del tuo cammino spirituale in cui la comunione col Signore irradia luce su tanti e porta grandi frutti per il Regno, produce nuove opere di salvezza per le anime. (p. 158)
  • Quando si è innamorati di qualcuno non ha molta importanza ciò che si fa o si dice quando finalmente si riesce a trascorrere un po' di tempo insieme, il cuore desidera ardentemente stare con la persona amata, sentirsi raggiunta dal suo sguardo di amore, farle arrivare tutto il proprio amore. Lo stesso dovrebbe essere nella preghiera. Ciò che conta è stare con Dio, sentirsi raggiunti dal suo sguardo di amore. (pp. 110-111)
  • Qual è la motivazione più vera attorno a cui ruotano le tue decisioni? Qual è il centro della tua vita? E' davvero Dio o non rischia di essere piuttosto, mascherato in mille modi diversi, il tuo io? (p. 35)
  • L'uomo contemporaneo ha fatto della felicità il proprio dio e ha dimenticato che Dio è la felicità.

La guarigione del cuore[modifica]

  • Hai una vita sola, spendila per qualcosa di grande, vivila al meglio: ogni istante che ti viene regalato è un dono unico, non tornerà mai più! (p. 249)
  • [...] se rinunciamo a lasciarci raggiungere dall’amore, moriamo lentamente [...]. (p. 225)
  • Ci sono ferite che solo il «medico dei medici», Colui che ha creato il nostro cuore, può guarire [...] (p. 209)
  • [...] quando ci sentiamo davvero amati così in profondità e impariamo a donare amore gratuitamente, senza aspettarci niente in cambio, tutto ciò che facciamo acquista nuovo sapore, colore: la gioia sgorga piena dal nostro cuore! (p. 37)
  • Se non impari a stimarti tu non potranno farlo gli altri. (p. 132)
  • Alcune ferite del cuore, se non riconosciute e curate adeguatamente, possono essere "mortali" perché possono portarci fino al punto di avere paura di amare. (p. 170)
  • Essere o apparire?! È questo il dilemma dell'uomo contemporaneo.
  • Hai una vita sola! Vivi per qualcosa di grande!
  • Ogni volta che permettiamo al rancore di dimorare nel nostro cuore i primi a rimetterci siamo noi, perché è come una metastasi dell’anima destinata a crescere e a fare sì che il nostro spirito si "ammali" anche mortalmente e si chiuda alla grazia.
  • L'idea più meravigliosa che io possa concepire è niente, dinnanzi a ciò che Dio è realmente.
  • Non accontentarti di una vita mediocre sei stato creato per realizzare qualcosa di grande.
  • Non scoraggiarti, non lasciarti prendere dallo sconforto dinanzi alle mille tribolazioni della vita. Riconosci in ogni sofferenza, in ogni difficoltà una nuova opportunità di crescita.
  • Non importa se hai sbagliato, non importa chi sei stato. Noi non siamo prigionieri del nostro passato. Ciò che conta è chi decidiamo di essere ora!
  • Nell'Amore è tutto!
  • [...] se rinunciamo a lasciarci raggiungere dall'amore, moriamo lentamente [...]
  • Solo Dio che è amore infinito può saziare la sete infinita d'amore del nostro cuore.
  • Il bisogno fondamentale di ogni essere umano è amare e essere amato per ciò che è. Se non impariamo l'arte d'amare non potremmo mai essere pienamente realizzati e felici.
  • [...] quando ci sentiamo davvero amati così in profondità e impariamo a donare amore gratuitamente, senza aspettarci niente in cambio, tutto ciò che facciamo acquista nuovo sapore, colore: la gioia sgorga piena dal nostro cuore!
  • Non sprecare tempo nel guardare la vita scorrere. Vivi ogni attimo in pienezza è prezioso, unico... non tornerà mai più.
  • Realizza i tuoi sogni! Non ti accontentare di una vita tiepida, punta in alto!
  • Non ci sono persone cattive. Ci sono persone non amate che hanno subito violenze, hanno vissuto storie drammatiche e per difesa hanno indurito il cuore, ma di fatto hanno una grande sete di amore.
  • Un vero amico ti accoglie per ciò che sei, con tutte le tue fragilità, povertà e proprio perché le sa accogliere e continua a credere in te, ti aiuta a scoprire il meglio di te.
  • Le ferite non riconosciute e non curate possono essere un grande ostacolo al raggiungimento della nostra felicità.
  • Ricordati di essere felice.
  • Fai il bene comunque ti conviene.
  • Fermati e ascolta il tuo cuore.
  • Non delegare agli altri la tua missione! Sei unico ed irripetibile e serve il tuo contributo per la famiglia umana!
  • Quando il mare è in tempesta se ti immergi scopri che più vai in profondità più il mare è quieto, la forza delle onde non può travolgerti. Così è per la preghiera del cuore.
  • Tu mi dici: io credo soltanto in ciò che posso vedere, toccare, quantificare! Allora come fai a credere nell’amore? Spesso ciò che più conta non può essere compreso dalla ragione ma soltanto dal cuore.
  • Chi ha imparato ad amare rispetta ed accoglie la diversità dell'altro, non opprime in alcun modo la persona amata, desidera intensamente la sua piena realizzazione. L’Amore vero ci rende liberi davvero!
  • Perché ti lasci turbare se qualcuno ti fa una critica? Se la sua osservazione è fondata sii riconoscente per l’occasione che ti viene offerta per migliorarti. Se non lo è sii lo stesso contento per la nuove opportunità che hai di crescere nell’umiltà. Solo nella vera umiltà possiamo scoprire la nostra grandezza.
  • La semplicità dei bambini é il primo passo per essere davvero liberi e scoprire che tutto é grazia, dono, meraviglia. Se vuoi essere grande impara a farti piccolo e riconciliati con le tue debolezze.
  • L'amore è più forte del timore. Quando si ama davvero la paura perde la sua forza paralizzante, poco alla volta scompare per cedere il passo all’entusiasmo!
  • Ogni istante che la vita ti regala è prezioso: vivilo con passione, con entusiasmo con amore! Sarebbe triste arrivare alla sera della vita e scoprire che abbiamo sprecato tempo ed energie preoccupandoci inutilmente per ciò che è vanità.
  • Più mi metto in ascolto del grido del "popolo della notte" più mi convinco che il mondo sta morendo per mancanza di amore.
  • Se solo comprendessimo quanta Gioia fiorisce dalla gratuità non ci stancheremmo mai di dare senza aspettarci niente in cambio.
  • Trova il coraggio di spenderti per Amore!
  • Ti senti arrabbiato, ferito, tradito? Non permettere al rancore di avvelenare il tuo cuore! La migliore ‘vendetta’ che conosco è rispondere al male con il bene! Una profonda Pace fiorirà nella tua anima e contagerà tanti!
  • La felicità è molto più vicina di quanto immaginiamo. Se solo ci decidessimo a liberarci definitivamente della superbia e dell’egoismo la troveremmo sempre presente nel nostro cuore e potremmo donarla a chi ci passa accanto!

Note[modifica]

  1. Da Nuovi Orizzonti, La nostra avventura nel mondo della strada, Città Nuova, Roma, 1997, ISBN 88-311-6055-9.
  2. Da Stazione Termini. Storie di droga, Aids, prostituzione, presentazione di Ersilio Tonini, Città Nuova, Roma, 200210p. 86. ISBN 88-311-6052-4

Bibliografia[modifica]

Altri progetti[modifica]