Vai al contenuto

Coppa delle Fiere

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Trofeo

Citazioni sulla Coppa internazionale delle città di fiere industriali, abbreviata in Coppa delle Fiere.

Citazioni

[modifica]
  • Il fatto che l'Uefa non consideri la Coppa delle Fiere conta davvero poco. Perché l'Uefa è talmente partigiana nei suoi "comportamenti" da ritenere veri e segnalabili solo i trofei che organizza. [...] La Coppa delle Fiere era una coppa vera alla quale partecipavano squadre vere. (Ivan Zazzaroni)

Citazioni in ordine temporale.

  • La "Coppa Internazionale delle città di fiere industriali" [...], meglio conosciuta come Coppa delle Fiere, è la progenitrice della Coppa Uefa. Nacque nel 1955, ma il suo ideatore, lo svizzero Ernst B. Thommen, vicepresidente della Fifa, ne aveva elaborato il progetto sin dal 1950, per poi venire costretto dalla mancanza di un valido supporto organizzativo a tenerlo a lungo nel cassetto. Thommen aveva pensato a una competizione a invito, cui partecipassero selezioni miste di club delle città ammesse. L'obiettivo era tra l'altro la raccolta di fondi per il rilancio economico delle grandi città, prostrate dalla guerra. Il piano Marshall di aiuti statunitensi all'Europa prevedeva l'allestimento di fiere campionarie internazionali per favorire l'influenza del mercato a stelle strisce e neutralizzare quella sovietica. La nuova competizione avrebbe dovuto inserirsi nel meccanismo [...]. Il calcio andava crescendo anche sul piano istituzionale in quegli anni febbrili e nel 1954, con la nascita dell'Uefa [...], il progetto tornò d'attualità. Mentre [...] l'iniziativa privata portava avanti nella freddezza generale l'idea della Coppa dei Campioni, Thommen propose che la sua Coppa [...] rappresentasse il trofeo "ufficiale" dell'Uefa, ergendosi a contraltare della competizione continentale dei privati. Ma il nuovo organismo sembrava refrattario a mettere in piedi nuove manifestazioni. Thommen si rivolse allora alla propria istituzione, la Fifa, il cui presidente, sir Stanley Rous, avallò l'iniziativa, allestendo un comitato organizzativo con sede a Basilea. Anche in questo caso l'Uefa restava fuori.
  • Il progetto originario prevedeva che la competizione si svolgesse a invito [...]. La macchina però faticò a mettersi in moto. [...] solo in alcuni casi (come Londra e Zagabria) in quella prima edizione giocarono selezioni cittadine. Negli altri, la rivalità tra i club rese necessaria la partecipazione di singole squadre. Il Milan disputava la Coppa dei Campioni e allora fu l'Inter la prima squadra iscritta alla neonata Coppa delle Fiere. L'altro grande problema fu dato dal collegamento con le manifestazioni fieristiche. Si era stabilito [...] che le partite si giocassero preferibilmente in occasione delle Fiere, diluendo ogni edizione in una durata pluriennale [...]. Alla prova dei fatti il progetto si rivelò macchinoso e di scarsissima presa. La durata così rarefatta nel tempo toglieva ogni interesse alla competizione e fu un mezzo miracolo che quella prima edizione, partita nel 1955, riuscisse a toccare il porto nel 1958 [...]. Vennero apportati dei correttivi, stabilendo che la seconda non sarebbe durata più di due anni. Al termine del biennio, nel 1960, il Barcellona fece il bis. Si stabilì a quel punto che ogni edizione non dovesse superare l'arco di una sola stagione e la partecipazione prese quota.
  • Man mano cadevano i capisaldi del progetto iniziale. Il collegamento con le Fiere divenne sempre più labile, complice l'esclusione delle squadre già impegnate in Coppa dei Campioni e Coppa delle Coppe. [...] Siamo alla fine degli anni Sessanta. Le richieste di partecipazione sono sempre più numerose, difficile il lavoro del comitato chiamato a vagliarle. Indispensabile allora pensare alla fissazione di criteri precisi per disciplinare l'ingresso nella competizione. Fu allora che molto opportunamente l'organizzazione passò all'Uefa. La confederazione europea decise innanzitutto di attribuire il trofeo in via definitiva, in una sfida tra la squadra detentrice (il Leeds United [...]) e quella che aveva vinto il maggior numero di edizioni (il Barcellona [...]). La "finale delle finali" fu giocata il 26 maggio 1971 a Barcellona e vide i blaugrana di casa prevalere per 2-1 [...]. Dalla stagione successiva [...] avrebbe lasciato il posto alla Coppa Uefa [...], competizione ufficiale della confederazione europea, riservata alle squadre di vertice non detentrici nè del titolo nazionale nè della Coppa dei relativi Paesi.

Altri progetti

[modifica]