Cristina di Svezia

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
La regina Cristina

Cristina di Svezia (1626 – 1689), regina svedese.

Citato in Maurice Toesca, La regina assassina[modifica]

  • [In risposta ad una lettera del cardinale Mazzarino che la rimproverò aspramente per l'uccisione del marchese Gian Rinaldo Monaldeschi] Noi gente del Nord, siamo un po' selvaggi e poco paurosi per natura. Voi sapete che quando una persona ha passato la trentina non teme le chiacchiere ed io trovo molto meno difficoltà a strozzar la gente che a temerla. In quanto all'azione che ho compiuto contro il Monaldeschi, vi dirò che se non l'avessi già effettuata, non mi coricherei stasera senza compierla e che non ho nessuna ragione di pentirmene, anzi ne ho più di centomila per esserne soddisfatta. Ecco i miei sentimenti su questo argomento; se vi piacciono ne sarò felice, altrimenti non cesserò di averli e sarò per tutta la vita la vostra affezionatissima amica Cristina. (Historia, pp. 89–90)
  • [Informata dell'esecuzione di Carlo I d'Inghilterra, rispose:] Gli inglesi hanno fatto bene a tagliargli la testa; a Carlo I non serviva affatto! (Historia, p. 90)
  • [Accolta, secondo il cerimoniale, al suo arrivo a Fontainebleau dalle dame di corte con un bacio, Cristina, vestita come al solito in abiti maschili, disse a un suo gentiluomo:] Sapete perché queste signore si affrettano a baciarmi?... Non lo crederete: rassomiglio ad un uomo. (Historia, p. 90)

Bibliografia[modifica]

  • Maurice Toesca, La regina assassina; in Historia, Cino Del Duca Editore, Milano, anno IV, N. 31, giugno 1960, pp. 86–90.

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]

donne Portale Donne: accedi alle voci di Wikiquote che trattano di donne