Dancalia

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Un nomade della Dancalia

Citazioni sulla Dancalia e i Dancali.

Wilfred Thesiger[modifica]

  • Attorno a noi vi erano le tombe dei morti d'altri tempi: tumuli raggrupppati assieme in luoghi alti. […] Su alcuni di essi erano state erette delle lastre di roccia, quali le avevo viste erette dai Dancali sui tumuli funerari simili per spaventare le iene e impedire che diseppellissero i cadaveri.
  • I Dancali sono divisi in due gruppi, gli Assaaimara e gli Adaaimara. Gli Assaaimara, che sono di gran lunga i più forti, abitano Bahdu e Aussa, e tutte le tribù che avevamo attraversato erano terrorizzate dai guerrieri Bahdu. Gli Adaaimara ci avevano avvertiti che non avremmo avuto alcuma speranza di sfuggire al massacro se fossimo entrati nel Bahdu, che è protetto a sud da un passo tra una bassa scarpata e una palude.
  • I Dancali sono un popolo nomade simile ai Somali. Possiedono cammelli, pecore, capre e bestiame, e le tribù più ricche hanno qualche cavallo che tengono per razziare. Nominalmente sono musulmani. Tra essi la posizione di un uomo dipendeva in grandissima misura dalla sua reputazione come guerriero, che veniva giudicato dal numero di uomini che aveva ucciso e mutilato. Non c'era bisogno che l'altro uomo fosse stato ucciso in uno scontro leale; tutto ciò di cui c'era bisogno per stabilire una reputazione era collezionare il necessario numero di genitali tagliati.

Altri progetti[modifica]