Daniel François Malan

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Daniel François Malan

Daniel François Malan (1874 – 1959), politico sudafricano.

Citazioni di Daniel François Malan[modifica]

  • L'apartheid non è quella caricatura sotto i cui tratti lo si è così spesso rappresentato. Ma al contrario, esso significa per i non-Europei un'ampia misura d'indipendenza, poiché li abitua a contare solo su loro stessi e sviluppa la loro dignità personale. L'apartheid offre loro, allo stesso tempo, una maggiore possibilità di svilupparsi liberamente, conformemente al loro carattere e alle loro capacità [...] Per le due razze, ciò significa mutue relazioni pacifiche e la cooperazione in vista della prosperità comune. Il governo si impegnerà, con risolutezza e determinazione, a portare alla realizzazione di questo felice stato di cose.
L'apartheid n'est pas la caricature sous les traits de laquelle on l'a si souvent représenté. Bien au contraire, il signifie pour les non-Européens une large mesure d'indépendance, car il les habitue à ne compter que sur eux-mêmes et développe leur dignité personnelle. Il leur offre, en même temps, une plus grande possibilité de se développer librement, conformément à leur caractère et à leurs capacités [...] Pour les deux races, il signifie des relations mutuelles pacifiques et la coopération en vue de leur prospérité commune. Le gouvernement s'efforcera, avec résolution et détermination, d'aboutir à la réalisation de cet heureux état de choses.[1]
  • È ormai giunto il momento di proporre al nostro popolo un'idea attorno alla quale si raccolgano le energie necessarie per dare inizio alla conquista del potere [...] Non ve lo nascondo: l'apocalisse è alle porte. La marea nera è pronta a sommergerci. Le poche misure di segregazione prese dall'attuale governo non hanno ottenuto risultati concreti. I neri non hanno mai rispettato la legge sulla terra, che in teoria dovrebbe escluderli dal novantadue per cento del territorio nazionale. Da trent'anni non faccio che chiedere un sistemo politico, nel quale un kaffir sia condannato a rimanere un kaffir. Con quale risultato? Guardate i quartieri di District Six o di Sophiatown, dove bianchi e neri fornicano e addirittura si sposano in continuazione![2]
  • Finché le leggi che dovrebbero regolamentare la coesistenza dei bianchi e dei neri di questo paese non faranno parte di un corpus legislativo ufficialmente inserito nel tessuto politico sudafricano, lo spettro dell'inquinamento razziale non farà che aggravarsi. Con le conseguenze che vi lascio immaginare...[2]

Note[modifica]

  1. (FR) Citato in Le Docteur Malan et l'avènement de l'apartheid, Géopolitique africaine, dicembre 2003.
  2. a b Citato in Dominique Lapierre, Un arcobaleno nella notte, Il Saggiatore, 2010, p. 93.

Altri progetti[modifica]