Deadpool (fumetto)

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Deadpool, serie a fumetti pubblicate dalla Marvel Comics dedicate alle avventure di Deadpool.

Deadpool[modifica]

Deadpool: Uno di Noi! parte 2: Uno di Loro[modifica]

[One of Us (Part 2: One of Them) da Deadpool 2 (vol.2); del novembre 2008, ed. it. su Wolverine n. 235, ed. Marvel Comics Italia, agosto 2009, traduzione di Luca Scatasta]

  • Sono stato creato specificamente dagli umani... per uccidere gli umani. Il che la dice lunga sulla razza umana in generale, non credete?! (Deadpool)
  • Io sono quello che hanno fatto di me... un killer. Con una piccola differenza... oggi mi pagano per uccidere. (Deadpool)

Deadpool: Voglio che mi vogliate – parte uno: la completa guida per idioti alle metafore[modifica]

[Want You to Want Me - Part One: The Complete Idiot's Guide to Metaphors da Deadpool n. 15; del novembre 2009, ed. it. su Deadpool n. 1, ed. Panini Comics, luglio 2011, traduzione di Luigi Mutti]

  • – Ci sono altri modi per combattere la noia. Potremmo trovarci un hobby.
    – Spariamo alla gente...
    – Quello non è un hobby. (Deadpool)
  • – Ottenere ciò di cui abbiamo bisogno sarebbe facile.
    – Sapete cos'è veramente noioso? L'immortalità. (Deadpool)
  • – È un po' tragico che siamo probabilmente l'unico mercenario al mondo che preferirebbe essere pagato in attenzioni anziché contanti, eh?
    – Sì... è un po' tragico.
    – Sì, ma non tragico come quello che facciamo a chi ci presta attenzione. (Deadpool)
  • Il fatto è che- quello che vogliamo veramente- è quello che non potremo mai avere. (Deadpool)
  • Io non sarei originale? Stai scherzando? Tutto ciò che faccio è originale! Tutto quello... Io sono originale! Non c'è nessuno come me! (Deadpool)
  • Non sarò mai niente di diverso rispetto a quello che sono. Quindi perché provarci? Mi arrendo. (Deadpool)

Deadpool: Voglio che mi vogliate – parte due: Nessun uomo è un'isola[modifica]

[Want You to Want Me - Part Two: No Man Is a Island da Deadpool n. 16; del dicembre 2009, ed. it. su Deadpool n. 1, ed. Panini Comics, luglio 2011, traduzione di Luigi Mutti]

  • Con Deadpool, niente ha mai senso. (Wolverine)

Deadpool: Shrunken Master[modifica]

[Shrunken Master da Deadpool n. 900 del dicembre 2009; ed. it. su Deadpool n. 3, ed. Panini Comics, settembre 2011, traduzione di Luigi Mutti]

  • Deadpool: Quindi forse potrà aiutarmi con una cosa che in testa.
    Dottore: Sono qui per questo.
    Deadpool: A volte, non sempre ovviamente, ma a volte, io... vedo come delle cose. Ho delle visioni. Immagini distorte della realtà.
    Dottore: Dice ce non succede spesso. Ogni quanto succede?
    Deadpool: Oh, non è una cosa fissa. Ma il piccolo uomo pallido dietro la tenda, cioè il mio editor-- dice non più di due per episodio.
  • Dottore: Davvero? Be', allora immagino che nel suo lavoro veda parecchie cose tragiche-- cose che gli uomini vedono solo in guerra.
    Deadpool: Sì, ma come per tutte le cose-- ci si abitua. Anzi, ci si abitua a vedere la bellezza anche in un massacro.

Deadpool: Uno in meno[modifica]

[One Down da Deadpool n. 900; del dicembre 2009, ed. it. su Deadpool n. 8, ed. Panini Comics, febbraio 2012, traduzione di Luigi Mutti]

  • – Mia mamma è morta di parto-
    – Vomitevole come mangiare retto di armadillo. Quel sapore.
    – Tutte le persone di cui mi importava... sono stato rifiutato da tutte loro.
    – O decapitato da loro.
    – Cerco di essere uno dei buoni, ma...
    – Idea non mia.
    – E mi trattano peggio di quando uccido semplicemente la gente per denaro.
    – È una questione di vendite. I buoni vendono sempre meglio che gli antieroi.
    – Dillo a Wolveri-
    – Non pronunciare quel nome.
    – A quello gli perdonano anche gli omicidi.
    – Già-
    – E ha le donne.
    – Quelle stupide basette.
    – A me non crescono nemmeno di capelli.
    – A chiazze. (Deadpool)
  • – Sai, non penso-
    – Appunto, non pensi. Fa parte della questione.
    – Niente pensiero.
    – Se pensassi, ti saresti reso conto di una cosa su di me.
    – Le basi.
    – Il fatto che voglio morire. (Deadpool)
  • – Il punto è che, finché qualcuno mi legge, non avrò pace.
    – Non che i numeri siano straordinari.
    – Rispettabili! Sono rispettabili. Ho un seguito piccolo ma fedele.
    – Sei un cult!
    – Già. Hai visto la mia pagina su Wikipedia? È più lunga di quella di quel #### Uomo Ragno! (Deadpool)
  • – Un momento. Vuoi uccidere i tuoi lettori così da poter morire?
    – C'è qualche problema?
    – Perché abbiamo ucciso scrittori in passato, e non è servito.
    – Ma saremo lieti di riprovarci. (Deadpool)

Deadpool: Voglio che mi vogliate – parte tre: La rivoluzione sarà trasmessa in tv[modifica]

[Want You to Want Me - Part 3 da Deadpool n. 17 del gennaio 2010; ed. it. su Deadpool n. 2, ed. Panini Comics, agosto 2011, traduzione di Luigi Mutti]

  • Parlare con Deadpool è come... non so... è come parlare con qualcuno che sta venendo attaccato da delle api. (Domino)

Deadpool : Tutto quello che può fare un ragno – parte uno[modifica]

[Whatever a Spider Can - Part 1 da Deadpool n. 19; del marzo 2010, ed. it. su Deadpool n. 4, ed. Panini Comics, ottobre 2011, traduzione di Luigi Mutti]

  • Ragnetto! Come va, ragazzo? Non ci vediamo da Spider-Man 539 Panini Comics! (Deadpool)
  • Deadpool: Sai come si dice, "le scimmie non dimenticano mai"...
    Spider-Man: Gli elefanti.
    Deadpool: Le scimmie non dimenticano mai gli elefanti? Certo che no! Chi se lo dimenticherebbe un elefante!

Deadpool: Tutto quello che può fare un ragno – parte due[modifica]

[Whatever a Spider Can - Part 2 da Deadpool n. 20; dell'aprile 2010, ed. it. su Deadpool n. 4, ed. Panini Comics, ottobre 2011, traduzione di Luigi Mutti]

  • Spider-Man: Sai, mi è appena venuto in mente... che non può veramente ucciderti, vero?
    Deadpool: Cosa? Ops-- be', no, non permanentemente...
    Spider-Man: Allora perché hai così paura?
    Deadpool: Uhh... perché i proiettili fanno male?!

Deadpool: Tutto quello che può fare un ragno – parte tre[modifica]

[Whatever a Spider Can - Part 3 da Deadpool n. 21; del maggio 2010, ed. it. su Deadpool n. 5, ed. Panini Comics, novembre 2011, traduzione di Luigi Mutti]

  • Non siamo tanto diversi, vero? Siamo entrambi... intrappolati, costretti da forze che non capiamo a fare le cose che facciamo. Non siamo nati così-- ma è così che-- siamo finiti. (Deadpool)
  • Spider-Man: È sempre facile essere quello che sei ora-- quello che è difficile è essere quello che vuoi essere.
    Deadpool: Voglio essere uno dei buoni.
    Spider-Man: No. Vuoi che la gente ti ami per essere uno dei buoni. Non è la stessa cosa.
    Deadpool: Sì, invece...

Deadpool: Ma gli idioti sogniano stupidità elettrica?[modifica]

[Do Idiots Deam of Electric Stupidity? da Deadpool n. 22; del giugno 2010, ed. it. su Deadpool n. 5, ed. Panini Comics, novembre 2011, traduzione di Luigi Mutti]}

  • Deadpool: Pensi di essere chissà cosa, con la tua bellezza classica nordica e la tua tessera dei Vendicatori... ma non sei meglio di me, sai?
    Thor: Sono un Dio.
    Deadpool: Sei un babbeo.

Deadpool: Complicato – parte uno[modifica]

[Tricky - Part 1 da Deadpool n. 23; del luglio 2010, ed. it. su Deadpool n. 6, ed. Panini Comics, dicembre 2011, traduzione di Luigi Mutti]

  • Il Punitore? Sì, certo... quel tipo è spaventoso e schifoso. Mille volte meglio Thor! (Donna)
  • [Al Casinò] -Amo questo gioco!
    – Cosa c'è da non amare?
    – C'è del rosso, del nero, è assolutamente imprevedibile... (Deadpool)

Deadpool: Complicato – conclusione[modifica]

[Tricky - Part 3 da Deadpool n. 25; del settembre 2010, ed. it. su Deadpool n. 6, ed. Panini Comics, dicembre 2011, traduzione di Luigi Mutti]

  • Sono un eroe-- gli eroi non vanno in giro a uccidere gente come se niente fosse. (Deadpool)

Deadpool: Wade Until Dark[modifica]

[Wade Until Dark da Deadpool n. 25; del settembre 2010, ed. it. su Deadpool n. 6, ed. Panini Comics, dicembre 2011, traduzione di Luigi Mutti]

  • – Per vostra fortuna ho la Pool-O-Vision™! Con la Pool-O-Vision™ sono in grado di raccogliere i pezzi più minuscoli dei dettagli sensoriali e cucirli in un elaborato tessuto della realtà.
    – Un momento, non esiste alcuna "Pool-O-Vision™".
    – È quello che pensi tu! (Deadpool)
  • – Un momento, dove l'hai trovato quel tubo di gomma?
    – La Pool-O-Vision™ non è così strettamente legata alla realtà. (Deadpool)

Deadpool: Brutto come il peccato[modifica]

[Sinner-Sinner, Chicken Dinner da Deadpool n. 26; dell'ottobre 2010, ed. it. su Deadpool n. 7, ed. Panini Comics, gennaio 2012, traduzione di Luigi Mutti]

  • Non sono un assassino, sono un -- aaow! -- mercenario! È diverso! (Deadpool)
  • Deadpool: Tu saresi lui, vero? Sei Ghost Rider?
    Johnny Blaze: Sì. A volte.
    Deadpool: Be', io sono Deadpool. Sempre. E non ho bisogno che mi venga ricordato.
  • Una volta uno mi ha detto che alla fine di tutto rimpiangiamo non quello che abbiamo fatto, ma quello che non abbiamo fatto. (Deadpool)

Deadpool: Io rullo, voi succhiate – conclusione[modifica]

[I Rule, You Suck - Conclusion da Deadpool n. 31; del marzo 2011, ed. it. su Deadpool n. 11, ed. Panini Comics, maggio 2012, traduzione di Luigi Mutti]

  • Che c'è, non hai mai sentito parlare di Google? Dovresti cercarlo su Google. (Deadpool)

Deadpool: Bastardo[modifica]

[Badass da Deadpool n. 32; del marzo 2011, ed. it. su Deadpool n. 12, ed. Panini Comics, giugno 2012, traduzione di Luigi Mutti]

  • – Niente più mosse finali. Sono un eroe adesso. E poi ho cose più importanti da fare.
    – Tipo?
    – Tipo trovare chi ha cercato di incastrarmi.
    – Ci potrebbe volere un po'.
    – Sì, potrebbe, ma questa storia è autoconclusiva e quindi potremmo riuscirci abbastanza in fretta. (Deadpool)

La notte più silenziosa[modifica]

[Silentest Night da Deadpool n. 1000; dell'ottobre 2010, ed. it. su Deadpool n. 13, ed. Panini Comics, luglio 2012, traduzione di Luigi Mutti]

  • Perché è la gente più innocente quella a essere più vulnerabile al male assoluto? Perché sono le culture più pure e sublimi quelle a involversi più in fretta nella forma più bassa e spregevole di arte performativa? (Deadpool)
  • – Forza Corps! Questi idioti sono morti da così tanto tempo che combattono nello stesso modo in cui fanno l'amore i miei nonni.
    – Con aria colpevole e con le luci accese? (Deadpool)

Space Oddity – Conclusione: Il Big Bang[modifica]

[Space Oddity - Conclusion: The Big Bang da Deadpool n. 35; del giugno 2011, ed. it. su Deadpool n. 14, ed. Panini Comics, agosto 2012, traduzione di Luigi Mutti]

  • Lo sai che Davis Hasselhoff ha venduto una valanga di dischi in Polonia o qualche posto del genere, ma che nessuno negli USA l'ha mai preso sul serio come artista? È così che mi seot... È questo il mio problema. [...] Cercherò di rendertelo chiaro. Nello spazio, nessuno può sentirti vincere. Ho appena salvato due intere civiltà, e che cosa ottengo? Divento il simbolo di una ditta che si occupa di recupero crediti, ecco! Sulla Terra, sarei diventato qualcuno dopo un cosa del genere! Sarei diventato un eroe! (Deadpool)
  • – Allora, cosa faremo quando torneremo a casa?
    – Lo scoprirai il prossimo mese!
    – Aww, ci vuole un mese per arrivare a casa?!
    – Non lo so. Credo. COn tutte queste uscite ho perso un po' il conto, potrebbe essere anche fra un paio di pagine. (Deadpool)

Secondo round[modifica]

[Round 2 da Deadpool n. 36; del giungo 2011, ed. it. su Deadpool n. 14, ed. Panini Comics, agosto 2012, traduzione di Luigi Mutti]

  • – No, Bob... Credo di essere pazzo, a dire il vero. Chi è che vuole che i suoi amici lo uccidano?
    – Noi.
    – Sì, noi.
    – Ma perché?
    – Perché vogliamo morire.
    – Ma io--non posso morire.
    – È per questo che lo desideraimo così tanto.
    – Sì, desideriamo sempre quello che non possiamo volere. Siamo pazzi fino a questo punto.
    – Ma... perché coinvolgere i miei amici?
    – Perché vorrebbe dire che a loro importa.
    – Okay, quindi... sto cercando amici... che non avrò mai... perché mi uccidano... cosa che non succederà mai... perché voglio che a qualcuno importi di me. Solo che non importerà mai a nessuno. (Deadpool)

Deadpool Team-Up[modifica]

Deadpool: Il mercenario e il mito[modifica]

[Merc with a Myth da Deadpool Team-Up n. 899; del gennaio 2010, ed. it. su Deadpool n. 1, ed. Panini Comics, luglio 2011, traduzione di Luigi Mutti]

  • – Devo dire che i labirinti non sono proprio la mia specialità. Sono più uno da sudoku.
    – Perché bara! (Deadpool)
  • Bleearg! Sono nati così i minotauri? Per la miseria, voi greci antichi sì che sapete divertirvi! Al confronto "2 girls 1 cup" sembra un cartone per bambini. (Deadpool)
  • – Nah... è solo cancro! Il mio corpo ne è pieno! Mi offrii volontario per il programma Arma X, sperando che potessero trovare una cura. I medici mi iniettarono il dna superguarente di quel montato dalla faccia idiota, Wolverine. Il problema è che anche il mio cancro sviluppò un suo fattore rigenerante, e da allora combatte una battaglia continua con le mie cellule sane... che mi costringe a vivere in un'infinita agonia!
    – Per questo ha dato i numeri e hai cominciato a parlare con te stesso?
    – Non è vero!
    – Sì, invece!
    – Tacete! Tutti e sei! (Deadpool)
  • Mia sorella Atena, la dea della saggezza, dice che un viaggio attraverso un labirinto del genere simboleggia il cammino che si fa nella vita. Avanzare significa avvicinarsi al suo vero significato... che si trova qui, al centro del labirinto! ...mentre il cammino a ritroso verso l'uscita è diverso... perché dopo quello che hai scoperto nel viaggio non sei più lo stesso uomo. (Ercole)
  • [Parlando di Deadpool] La pazzia del mercenario è troppo persino per la follia stessa. (Incubo)
  • – Didascalia di pensiero gialla? Didascalia di pensiero con Font Courier? Siete di nuovo dientro di me, al vostro posto?
    – Diccelo tu, genio.
    – Come se avessimo avuto bisogno di un altro motivo per odiarti.
    – Ugh! È stato davvero orribile... i miei pensieri erano così terribilmente noiosi e pesanti... come un lentissimo treno merci carico di squallume! Mio dio... dev'essere così che ci si sente... a essere un perdente come te! (Deadpool)

Deadpool e i fratelli Zapata: Portatemi la testa di Mickey Dobbs[modifica]

[Bring Me the Head of Mickey Dobbs da Deadpool Team-Up n. 898; del febbraio 2010, ed. it. su Deadpool n. 2, ed. Panini Comics, agosto 2011, traduzione di Luigi Mutti]

  • Non essere il benvenuto è la storia della mia vita. (Deadpool)
  • Be', per fortuna ho portato con me i miei strumenti di persuasione. La mia esperienza dice che dopo un paio di dita delle mani e dei piedi scendono sempre a patti. (Deadpool)

Deadpool e i Ghost Riders[modifica]

[da Deadpool Team-Up n. 897; del marzo 2010, ed. it. su Deadpool n. 3, ed. Panini Comics, settembre 2011, traduzione di Luigi Mutti]

  • Proprio quando pensavo che la giornata fosse infernale, letteralmente... e ora sparo agli zombi con un idrante dei pompieri. Cavolo, amo il mio lavoro! (Deadpool)
  • Cosa farebbe Bruce Campbell? Improvviserebbe! (Deadpool)
  • Ehi, tamarro. Senti, io sono uno dei buoni--- be', almeno in questo numero... (Deadpool)
  • – Mi ha fatto più male ancora di quella volta che Hulk mi ci si è seduto sopra e ne ha mollata una. È stato davvero strano.
    – Sono contento che non ce la siamo fatta addosso questa volta.
    – Tocchiamo ferro. Mancano ancora due pagine. (Deadpool)
  • Ricordatevi, ragazzi. Se la prima volta non ce la fate, sparate di nuovo. (Deadpool)

Deadpool e Lui, il Colosse Vivente[modifica]

[da Deadpool Team-Up n. 895; del maggio 2010, ed. it. su Deadpool n. 5, ed. Panini Comics, novembre 2011, traduzione di Luigi Mutti]

  • – Come si chiama il Dio dei mari?
    – Non lo so. Come?
    – Nettuto.
    – Non è pottibile, qualcuno dovrà pur ettere! (Deadpool)
  • Fluttua come un cadavere. Pungi come succo di limone. (Deadpool)

Deadpool e Satana: Anime gemelle[modifica]

[da Deadpool Team-Up n. 892; dell'agosto 2010, ed. it. su Deadpool n. 9, ed. Panini Comics, marzo 2012, traduzione di Luigi Mutti]

  • È il tipo di donna per cui un uomo morirebbe. Nel senso che dopo averla vista so che ucciderei altri uomini che fossero d'intralcio tra noi. (Deadpool)

Deadpool e Machine Man[modifica]

[da Deadpool Team-Up n. 890; dell'ottobre 2010, ed. it. su Deadpool n. 10, ed. Panini Comics, aprile 2012, traduzione di Luigi Mutti]

  • I nomi non significano niente! Devono solo essere abbastanza fighi da vendere fumetti e merchandising! (Deadpool)

Deadpool e Gorilla-Man: La conquista dell'isola delle scimmie[modifica]

[Conquest of the Island of the Apes da Deadpool Team-Up n. 889; del novembre 2010, ed. it. su Deadpool n. 11, ed. Panini Comics, maggio 2012, traduzione di Luigi Mutti]

  • Fare l'eroe è la professione più breve del mondo. Fa tutto ridere, finché capita a qualcun altro. (Deadpool)

Deadpool e La Cosa[modifica]

[da Deadpool Team-Up n. 888; del dicembre 2010, ed. it. su Deadpool n. 12, ed. Panini Comics, giugno 2012, traduzione di Luigi Mutti]

  • Signorina, ho più armi addosso di Schwarzenegger in un film di Terminator. Posso fare tutto quello che mi pare. (Deadpool)
  • Parlo delle... regole! Lo sai... le regole dei team-up! Prima combattiamo... poi chiariamo le nostre differenze e uniamo le forze contro un nemico comune. (Deadpool)
  • Wrestling! Dove gli uomini sono uomini e le donne impazziscono per stalloni sudati e oliati che si menano a vicenda! Wrestling! Dove ciò che separa gli uomini dai ragazzini è la conta fino a tre! Wrestling! Dove i criminali possono diventare eroi nel giro di un battito di ciglia! Picchiare e il perdono istantaneo sono due delle mie cose preferite, quindi... (Deadpool)
  • Jim: Pensavo che sapeste come funzionano le cose adesso, tutto è già scritto. I risultati sono decisi. Si tratta di prospettive, di storie, di applausi e fischi finti.
    Deadpool: Scritto? Non... non può essere! Insomma, tutto risponde a un copione, certo! Lo so! Tutto... ma... ma non il wrestling!
    Telecronista: È quello che vogliono i fan! Questo è intrattenimento sportivo, dopotutto.
  • I veri fan di wrestling non si tirano mai indietro di fronte a uno scontro! (Deadpool)
  • Lascia che ti dica una cosa, Ben Grimm. Deadpool non percorre un corridoio a meno che non termini nella sala dei vincitori! (Deadpool)

Speciali e miniserie[modifica]

Deadpool: Il Tricheco colpisce di notte![modifica]

[Walrus by Night! da Deadpool: Fear Itself n. 2; del settembre 2011, ed. it. su Deadpool n. 8, ed. Panini Comics, febbraio 2012, traduzione di Luigi Mutti]

  • Bambini! Se vuoi creare paura e caos in una comunità, bisogna spaventare i bambini. Non hai visto quel film, It? A dire il vero, il libro è meglio. Leggi il libro. (Deadpool)

Note[modifica]

  1. Cfr. Apocalypse Now (1979): «Mi piace l'odore del napalm al mattino.»