Derek Walcott

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Medaglia del Premio Nobel
Per la letteratura (1992)
Derek Walcott

Derek Walcott (1930 – 2017), poeta e scrittore santaluciano, premio Nobel per la Letteratura.

Citazioni di Derek Walcott[modifica]

  • [Un suo verso dice: «Non sappiamo mai cosa farà la memoria»] Credo infatti che non siamo in grado di controllarla, né di capirla, e ciò offre un materiale fertile per la poesia.[1]
  • [Scrive anche: «L'ideale perpetuo è lo stupore»] È una cosa in cui credo profondamente. La vita è piena di mistero ed è da vivere con incanto, apprezzando sempre quello che ci sorprende.[1]
  • Lo scopo della poesia, dopo tutto e al di là di tutto, è di glorificare Dio. Se in luogo della parola "Dio" usi la parola "luce", cosa che succede di continuo in Dante, puoi capire come la poesia non sia altro che un atto celebrativo. Un gesto di gratitudine. Forse, talora, un gesto di sconcertato stupore. La grande poesia riguarda qualcosa che si trova al di là della nozione di mortalità. Al di là di ciò che è effimero. La poesia è ritmo, incantagione. È un'articolazione della parola che si può addirittura pensare come fondamento della religione, perché viene "prima", per così dire, della religione stessa.[2]
  • Torno sempre con grande gioia in Italia ed amo in particolare il meridione: sono rimasto molto colpito dalla bellezza di Siracusa, dal panorama, e dal suo mare epico.[1]

Note[modifica]

  1. a b c Citato in Antonio Monda Walcott Canto le donne e la struggente bellezza dei miei Caraibi, Repubblica.it, 18 maggio 2010.
  2. Citato in Luigi Sampietro, Il nobel Derek Walcott. La nostra Odissea quotidiana, ilSole24ore.com, 30 gennaio 2010.

Altri progetti[modifica]