Diana Palmer

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Diana Palmer, pseudonimo di Susan Spaeth Kyle (1946 – vivente), scrittrice e giornalista statunitense. Ha usato gli pseudonimi Diana Blayne, Katy Currie, Susan Kyle e Susan S. Kyle.

Incipit di alcune opere[modifica]

Amando... s'impara[modifica]

Blake Donavan non sapeva se essere più scioccato dalla vista di quella bambina con i capelli neri, che se ne stava seria presso lo stipite della porta, o dalla notizia che era la figlia che lui aveva avuto dalla ex moglie.
Gli occhi verdi di Blake si offuscarono. Aveva avuto una giornata dura, e ora un avvocato veniva a comunicargli quella bella notizia.

Perdono a occhi chiusi[modifica]

Era bello che fosse tornato l'autunno. Vedendo, nel tardo pomeriggio, i falò accesi dai ragazzi, aspirando l'odore leggero delle foglie già secche, che cadevano sgretolandosi dagli alberi, mischiato al fumo della legna, Maggie si sentiva accelerare i battiti del cuore. Il nome di quella città, dov'era tornata, da suo padre, Defiance, le era sempre piaciuto. È un nome, pensò, che sembra sfidare rischi... impossibili. E se, continuò a dirsi, dovessi ritrovare sulla mia strada Saxon Tremayne, ne avrei bisogno, di grinta. E di un po' di speranza... Il pensiero di quel gigante d'uomo la fece trasalire. Nelle settimane passate accanto a lui (svolgendo un servizio fotografico per una rivista alla quale collaborava, sull'importante industria tessile di cui Saxon era a capo), era stata a un pelo dall'innamorarsene. Si era comunque divertita molto. E non si era quasi accorta che un suo collega, Kerry Smith, stava redigendo un rapporto sui danni ai polmoni denunziati dagli operati di un cotonificio locale. Come ho potuto, si chiese, disinteressarmene a tal punto?

Bibliografia[modifica]

  • Diana Blayne, Perdono a occhi chiusi, traduzione di Maria Napolitano Martone, Curcio ed., 1984.
  • Diana Palmer, Amando... s'impara, [traduttore non indicato], Mondadori, 1991.

Altri progetti[modifica]