Diane Coyle

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Diane Coyle, 2011

Diane Coyle (1961 – vivente), economista britannica.

Incipit di Economia dell'abbastanza[modifica]

A metà settembre 2007 mia sorella mi telefonò per chiedermi se avesse dovuto chiudere il proprio conto corrente e mettere altrove i propri risparmi e, in questo caso, dove sarebbero stati al sicuro. Era cliente della Northern Rock e in quei giorni si era scatenata una vera e propria fuga dalla banca. L'istituto non riuscì a soddisfare le richieste dei propri clienti e dovette chiedere contante in prestito alla Banca d'Inghilterra. I telegiornali mostravano file di correntisti terrorizzati che speravano di riuscire a ritirare i propri risparmi. Si trattò della prima fuga da una banca nella storia del Regno Unito. Le dissi che lo stato avrebbe rimborsato i correntisti e che qualsiasi altra azione sarebbe stata un suicidio politico. Mia sorella ignorò il mio consiglio (che alla fine si rivelò giusto) e si unì alla coda davanti alla sua filiale locale. Per quanto riguarda la Northern Rock, alla fine lo stato britannico ne assunse il controllo.

Citazioni su Diane Coyle[modifica]

  • L'economia è stata definita 'la scienza triste', che è un modo nobile per dire arida, noiosa. Ma, grazie a una brava studiosa inglese, possiamo divorare capitoli di economia appassionanti come romanzi. (Federico Rampini)

Bibliografia[modifica]

  • Diane Coyle, Economia dell'abbastanza. Gestire l'economia come se del futuro ci importasse qualcosa, Edizioni Ambiente - Verde Nero, 2012. ISBN 9788866270324

Altri progetti[modifica]