Diodato (cantante)

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Diodato

Antonio Diodato (1981 – vivente), cantautore italiano.

Citazioni di Diodato[modifica]

  • Quando si scrive di se stessi, si rischia di ripulire quello che si è provato, e invece mi sono messo a nudo, senza nomi (perché le canzoni devono essere di tutti), ma senza nemmeno la paura di ferire chi sa e si riconoscerà. In un’ambizione di libertà, non tolgo più le spine, non smusso più gli angoli.[1]
  • Siamo un circo impazzito, in cui manca ogni empatia. Abbiamo messo anche le passioni in saldo, online e nei centri commerciali. Dentro un Paese cialtrone che, piuttosto di guardarsi dentro, dà la colpa al sistema, ai deputati, ai gestori telefonici, ai conducenti dei treni in ritardo, agli immigrati.[1]
  • Stare con un’altra persona è complesso, perché non sarà mai noi. E se hai un’inquietudine che ti vive dentro, vivrà anche lì. Ma io ci vedo sempre un inizio, nella fine. E cristallizzarla dentro un testo è come fissarla in un quadro per intero, ti aiuta a ridimensionarla, controllarla, contenerla, comprendere il tutto fino in fondo, vederlo come una sorta di dono.[1]

Citazioni tratte da canzoni[modifica]

Che vita meravigliosa[modifica]

Etichetta: Carosello, 2020, prodotto da Tommaso Colliva.

  • Ah che vita meravigliosa | questa vita dolorosa, seducente, miracolosa. | Vita che mi spingi in mezzo al mare | Mi fai piangere e ballare come un pazzo insieme a te. (da Che vita meravigliosa[2], n. 1)
  • Sì, avrei potuto andare altrove | non dar fuoco a ogni emozione | affezionarmi ad un cliché, | ma sei la vita che ora ho scelto | e di questo non mi pento | anche quando si alza il vento. (da Che vita meravigliosa'[2], n. 1)
  • Che fai rumore qui | e non lo so se mi fa bene | se il tuo rumore mi conviene. (da Fai rumore[2], n. 4)
  • Ma fai rumore sì | ché non lo posso sopportare | questo silenzio innaturale | e non ne voglio fare a meno oramai | Di quel bellissimo rumore che fai. (da Fai rumore[2], n. 4)

Note[modifica]

  1. a b c Dall'intervista di Lavinia Farnese, Diodato: «Amore che vieni, da me tornerai», VanityFair.it, 31 gennaio 2020.
  2. a b c d Testo di Diodato.

Altri progetti[modifica]

Opere[modifica]