Disastro del Vajont

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
La diga del Vajont dopo il disastro

Citazioni sulla Disastro del Vajont.

  • Ci siamo dove?! ci siamo dove, ingegnere?! ma che cosa sta dicendo?! qua tutta la montagna sta venendo giù! Io ho paura di quello che può succedere, la montagna... (Vajont - La diga del disonore)
  • E il monte che si è rotto e ha fatto lo sterminio è uno dei monti della mia vita, il cui profilo è impresso nel mio animo e vi rimarrà per sempre. Ragione per cui chi scrive si trova ad avere la gola secca e le parole di circostanza non gli vengono. Le parole incredulità, orrore, pietà, costernazione, rabbia, pianto, lutto, gli restano dentro col loro peso crudele. [...] Ancora una volta la fantasia della natura è stata più grande ed astuta che la fantasia della scienza. (Dino Buzzati)
  • Vorrei usare la diga come una lavagna. Non a valle dove è alta duecentosessanta metri ma dall'altra parte, dietro, dove non supera i quaranta, perché il resto è coperto di roccia e di terra. Stiamo cercando il posto dove collocare lo spazio scenico, il pubblico e le telecamere, un posto che ci permetta di vedere il più possibile, ma la frana del Vajont è troppo estesa per essere abbracciata in un solo sguardo, e ci sono altri problemi. (Marco Paolini)

Altri progetti[modifica]