Discussione:Aristotele

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Senza fonte[modifica]

  • Amare è gioire, mentre crediamo di gioire solo se siamo amati.
  • Ci si dovrebbe comportare con i propri amici come noi vorremmo che si comportassero con noi.
  • Dio è troppo perfetto per poter pensare ad altro che a se stesso.
  • Dopo che le abilità pratiche si svilupparono a sufficienza per rispondere adeguatamente ai bisogni materiali, una delle scienze non dedicata a fini utilitaristici [la matematica] poté sorgere in Egitto, dato che la casta dei sacerdoti ebbe il tempo libero necessario per la ricerca disinteressata.
  • Dopo essersi accoppiato ogni animale è triste.
  • È bene, nella vita come ad un banchetto, non alzarsi né assetati né ubriachi.
  • Gli uomini acquisiscono qualità particolari agendo costantemente in modi particolari.
  • I malvagi obbediscono per paura; i buoni, per amore.
  • I malvagi sono colmi di pentimento.
  • Il saggio cerca di raggiungere l'assenza del dolore, non il piacere.
  • Il saggio non si espone al pericolo senza motivo, poiché sono poche le cose di cui gl'importi abbastanza; ma è disposto, nelle grandi prove, a dare perfino la vita, sapendo che a certe condizioni non vale la pena di vivere.
  • L'oggettività del pensiero è vita.
  • L'uomo è responsabile delle proprie azioni.
  • La filosofia è la scienza che ha per oggetto la verità.
  • La filosofia non serve a nulla, dirai; ma sappi che proprio perché priva del legame di servitù è il sapere più nobile.
  • La sofferenza è cosa bellissima a vedersi in uno che sopporta serenamente una grande sventura, e ciò non perché sia un'insensibile ma piuttosto per la grandezza dell'animo suo.
  • La virtù risplende nelle disgrazie.
  • Non esiste grande genio senza una dose di follia. (Citato in Barbara Fabbroni, Io ho paura. Diari di vita.)

Verifica citazione: eccellenza[modifica]

"Siamo ciò che facciamo ripetutamente. L’eccellenza, quindi, non è un atto, ma un’abitudine". Questo è un aforisma attribuito da molti ad Aristotele, ma non riesco a trovarne la fonte. Qualcuno riesce a verificarlo?

fonti inaccettabili[modifica]

Che senso ha includere frasi la cui unica fonte è laura fabbroni? Più che un'enciclopedia sembra una di quelle pagine in cui si attribuisce ad Einstein qualunque frase pescata in rete: la wiki inglese la pne nella sezione "unsourced" e aggiunge "Attributed to Aristotle by Seneca in On Tranquility of Mind". Il precedente commento non firmato è stato inserito da 87.20.53.155 (discussioni · contributi), in data 19:47, 13 mag 2017‎.

Giusto il richiamo all'uso delle fonti più autorevoli possibili, ma viene citato più volte su Google Books, sia in italiano che in inglese. Servirebbe in effetti una fonte migliore, nel dubbio la metto in talk. Per il futuro però magari si possono usare dei toni più garbati, eh. --Superchilum(scrivimi) 12:46, 23 mag 2017 (CEST)