Discussione:George Smith Patton

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search


Le modifice che ho apportato le ho apportate in modo coscente, essendo state verificate sul libro per eccellenza del generale patton, "Patton generale d'acciaio, come ho visto la guerra" in mio possesso. Ciao Il precedente commento non firmato è stato inserito da 82.56.9.236 (discussioni · contributi), in data 18:54, 7 nov 2006‎.

La prossima volta indica pure la fonte direttamente nella voce ;-) Grazie. Ciao. --Homer 18:14, 7 nov 2006 (UTC)

La citazione 'Che Iddio possa avere pietà dei miei nemici; ne avranno bisogno.' non è tradotta in modo corretto: dato che l'originale è 'May God have mercy upon my enemies, because I sure as hell won't.' in italiano verrebbe all'incirca 'Che Dio abbia pietà dei miei nemici, perché io non ne avrò.' Ho inoltre aggiunto altre celebri frasi del generale. Il precedente commento non firmato è stato inserito da 80.104.208.231 (discussioni · contributi), in data 22:14, 9 giu 2007‎.

Ciao! Sei pregato di indicare le fonti delle citazioni, e di non toccare quelle che una fonte già ce l'hanno. Grazie. --DD 22:40, 9 giu 2007 (CEST)

Senza fonte[modifica]

  • È assurdo e sbagliato piangere i caduti. Dovremmo piuttosto ringraziare Dio che uomini simili siano stati in vita.
  • Il coraggio non istruito è inutile contro delle pallottole ben istruite.
  • Il coraggio è la paura che tarda un minuto di più.
  • La battaglia è la competizione più adatta nella quale un essere umano può abbandonarsi. Infatti, porta allo scoperto la parte migliore dell'animo umano, rimuovendo tutto ciò che è vile.
  • Le guerre possono essere combattute con le armi, ma alla fine sono vinte dagli uomini. Sono lo spirito dell'uomo che obbedisce e lo spirito di quello che comanda che conducono alla vittoria.
  • Una pinta di sudore può salvare un gallone di sangue.