Donatella Raffai

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Donatella Raffai (1943 – 2022), conduttrice televisiva e giornalista italiana.

Citazioni di Donatella Raffai[modifica]

  • [In riferimento all'assenteismo forzato dalle reti Rai nel 1996] La Rai mi paga con i soldi dei cittadini e non mi fa lavorare. Mi sembra grave che questo accada in un ente pubblico [...] Sono stata relegata in panchina, non riesco a spiegarmelo. In Rai ho sempre lavorato con il massimo impegno ottenendo ottimi risultati, la mia estromissione dal video e' una vera a propria ingiustizia [...] Forse la mia colpa potrebbe essere quella di non avere mai nascosto le mie simpatie politiche verso la sinistra. Credo di essere stata vittima, con altri seri professionisti, d'un progetto di "epurazione" del consiglio d'amministrazione.[1]
  • Uno cerca di fare cose nuove, tenta la via della sperimentazione, ma trova sempre ostacoli. Il sistema-Rai ti obbliga a occupare una certa casella, il palinsesto diventa una prigionia.[2]

Citazioni su Donatella Raffai[modifica]

  • [In riferimento alla sua conduzione del programma televisivo di Rai 3 Chi l'ha visto?] La Raffai vive il programma con il piglio di una missionaria laica; fosse per lei, sull'Italia ogni sera calerebbe il coprifuoco. (Aldo Grasso)

Note[modifica]

Filmografia[modifica]

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]