Chi l'ha visto?

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Citazioni su Chi l'ha visto?, programma televisivo italiano in onda su Rai 3.

  • Chi l'ha visto? è la nuova forma di romanzo popolare che, se una volta traeva spunto dalle storie vere della gente comune e di esse forniva copia abilmente manipolata, oggi, nella nuova versione televisiva, quelle storie offre in diretta al di là di ogni mediazione o manipolazione. (Angelo Guglielmi)
  • Chi l'ha visto? è ormai un genere, una forma di romanzo popolare che ha già creato dei sottogeneri: la foto della bimba «rapita» distribuita agli angoli delle strade, il ritratto di un bimbo scomparso diffuso dai cartoni del latte (discreta forma forma pubblicitaria anche per la Centrale del latte), le fotografie di persone sparite inviate al Presidente della Repubblica. (Aldo Grasso)
  • Cominciai con Elisa Claps e Denise Pipitone: poi ho introdotto, sulla scia di un programma solido, novità dove c'era un vuoto, le inchieste sui grandi latitanti ad esempio, Provenzano, Ghira, Messina Denaro o, visto che oggi dobbiamo fare i conti con i social, le truffe romantiche. E, dal momento che siamo un osservatorio e raccontiamo le storie del Paese, i femminicidi, i cui numeri mi lasciano allibita, esplosi come se gli uomini non avessero più freni. Noi li abbiamo trattati dall'inizio, anche in accordo con le famiglie, non come scomparse ma sempre come omicidi con occultamento di cadavere proprio per fare aprire gli occhi alle persone. (Federica Sciarelli)

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]