Douglas Kennedy

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Douglas Kennedy al salone del libro di Parigi, marzo 2007.

Douglas Kennedy (1955 — vivente), scrittore statunitense.

Incipit di Margit[modifica]

Quell'anno la mia vita andò a pezzi, e quell'anno mi trasferii a Parigi.
Arrivai poco dopo Natale, in una giornata umida, grigia, con il cielo color gesso sporco; la pioggia era una foschia che penetrava ovunque. Il mio aereo atterrò subito dopo l'alba. Per tutte quelle ore sopra l'Atlantico non avevo chiuso occhio: un'altra botta di insonnia da aggiungere alle tante notti tormentate di cui avevo sofferto negli ultimi tempi. Mentre scendevo dall'aereo persi l'equilibrio e barcollai malamente davanti al poliziotto dello sportello passaporti che mi chiese per quanto tempo sarei rimasto in Francia.

Bibliografia[modifica]

  • Douglas Kennedy, Margit, traduzione di Gian M. Giughese, Sperling & Kupfer, 2008. ISBN 9788820045128

Altri progetti[modifica]