Drusilla Tanzi

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Drusilla Tanzi (1885 – 1966), scrittrice italiana, prima compagna e poi moglie di Eugenio Montale.

Citazioni su Drusilla Tanzi[modifica]

Paolo Di Stefano[modifica]

  • All'inizio di agosto, Montale è a Parigi e poi a Londra, e già scrive alla «My dearest Irma», alternando l'italiano a un inglese spesso ironico e approssimativo, come farà in seguito. In vacanza con il poeta c'è l'«ex signorina» Drusilla Tanzi, che vive con suo marito, il critico d'arte Matteo Marangoni, in via Benedetto Varchi 6. Lì Montale, lasciata la Pensione Colombini, aveva trovato, a pagamento, un «giaciglio notturno». 
  • Irma parte e a Montale rimane la «schiavitù» volontaria di Drusilla, detta la Mosca (il «Caro piccolo insetto» di una famosa poesia), con la quale Arsenio è legato da tempo: «una catena che nessuno gli ha messo al collo», [...] ma che lo trattiene per sempre.
  • [In riferimento all'idillio con Irma Brandeis] Sull'idillio tanto atteso, sui «bei desideri» è calata l'ombra di Drusilla, dei suoi ricatti e delle minacce di suicidio, la stricnina, il cappio al collo, il volo dal settimo piano. Ciò che trasformerà l'esistenza di Montale, tra disperazione, pietà e persino paura, in una «dog's life» insostenibile.

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]