Duška Vrhovac

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Duška Vrhovac (1947 – vivente), poetessa, scrittrice e traduttrice serba.

Citazioni di Duška Vrhovac[modifica]

  • I poeti sono custodi incoronati | dell'essenza risposta nella lingua, | amanti dei misteri insolubili | ammaliatori e provocatori, | sono i prediletti degli Dei, | assaggiatori di bevande portentose | e dissipatori vani | delle proprie vite. || I poeti sono gli ultimi germogli | della specie più sottile di esseri cosmici, | coltivatori di fiori bianchi interiori | e falsi creatori di mondi insostenibili. | I poeti sono interpreti dei segni perduti, | portatori di messaggi essenziali | e di avviso che la vita è inesauribile, | e l'universo un progetto mai finito. || I poeti sono lucciole sull'aia del cosmo, | conquistatori della grande fascia | di colori che fa l'arcobaleno | esecutori della musica sacra | da cui è nato l'universo. | I poeti sono invisibili interlocutori | nel silenzio sul senso e sul non senso | di tutto ciò che si vede e non si vede. | I poeti sono i miei soli veri fratelli. (da Poeti[1])

Note[modifica]

  1. In Quanto non sta nel fiato: poesie, a cura di Ugo Magnanti, prefazione di Ennio Cavalli, traduzione di Isabella Meloncelli, Fusibilialibri, Vetralla, 2014, p. 126. ISBN 978-88-98649-09-9. Citato in Giorgio Linguaglossa, Intervista alla poetessa serba Duška Vrhovac Allargando i confini la società moderna restringe le prospettive, traduzione di Cvijeta Jakšić, lombradelleparole.wordpress.com, 11 novembre 2015.

Altri progetti[modifica]