Eduard Spranger

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Eduard Spranger

Eduard Spranger (1882 – 1963), scrittore, filosofo, psicologo ed educatore tedesco.

Difesa della pedagogia europea[modifica]

Incipit[modifica]

Un vecchio libro francese, che del resto ha subìto l'influsso del mistico tedesco Jacob Böhme, incomincia con queste parole: «Non si può guardare l'uomo senza una stretta al cuore». È lo stesso tono con cui l'uomo torna oggi a parlare di sé. Anzi non è proprio l'eterna melodia della vita dell'uomo, la lieve tristezza, sotto cui brilla soltanto ciò che si chiama un cuore allegro, per adoperare il linguaggio dell'ultimo romanzo di Ernest Wiechert?
La vita è eternamente tesa ad un futuro migliore; ma la sua configurazione non potrà mai dominarsi: un'ansia eterna di sicurezza, che mai, tuttavia, sarà raggiunta.
Conosciamo la preoccupazione dei padri per una buona educazione dei figli. È la forma con la quale la nostra limitata vita individuale cerca nel modo più energico di andare oltre se stessa, per avere ancora in mano un brano futuro. Ma l'esperienza insegna : anche i figli meglio educati fanno cattiva riuscita. Altre potenze sono più forti della fedele volontà educativa. Così, è più una questione di temperamento che di sapere, se si inclina all'ottimismo o al pessimismo educativo, giacché non possiamo esser certi della potenza dell'educazione. A me, a dire il vero, ha sempre fatto impressione che gli storici della pedagogia riferiscano minutamente gli ideali formulati da un grande educatore o da un'intera epoca, senza mai curarsi, dopo, di ricercare in quale grado siano stati raggiunti.

Citazioni[modifica]

  • Alla dura necessità si piegano volere e capriccio. (p. 12)
  • La coscienza ricopre di tralci la soglia del presente, ugualmente avvertendo e sconsigliando, tormentando, mordendo, incalzando. (p. 13)
  • L'èra delle più notevoli scoperte non fiorì quando furono scoperte l'America e l'Australia, bensì quando l'uomo, nella silenziosa quiete della sua interiorità, scoprì ciò che per lui era decisivo. (p. 19)

Bibliografia[modifica]

  • Eduard Spranger, Difesa della pedagogia europea (Padagogische Perpektiven), traduzione di Angelo Ferrari, Casa Editrice AVIO, Roma 1956.

Altri progetti[modifica]