Edvard Robert Gummerus

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Edvard Robert Gummerus (1905 – 1991), scrittore, traduttore, storico della letteratura e insegnante finlandese.

Storia delle letterature della Finlandia[modifica]

  • Nelle profondità dei boschi, nelle gelide notti boreali, altra risorsa di fede spirituale il finnico non aveva se non la poesia. La stirpe finnica, non bisogna dimenticarlo, fu povera e oscura, ma i popoli materialmente poveri sono, non di rado, ricchi di valori spirituali e d'ispirazione poetica. La poesia in quel che giustamente ha d'arcano e quasi religioso, può essere un'arma della volontà e fonte di forza d'animo, corrispondere a necessità vitali ed appagarle. (da Poesia e anima popolare, p. 84)
  • Cantando, dunque, seguendo il ritmo della tradizionale nenia finnica, si inganna la fame e la malinconia, elemento, quest'ultimo, caratteristico dell'anima nordica; cantando si catturava la selvaggina o il pesce, s'incantava la donna e si vincevano le tristezze del destino umano. Come nella sacra tribù ebraica dei leviti ognuno era sacerdote, così tra i Finnici ognuno, o quasi, era poeta, almeno nell'intimità. (da Poesia e anima popolare, pp. 84-85)
  • [Si può considerare] [...] la letteratura come la storia dell'anima umana, una specie d'immenso diario ov'essa, da veneranda antichità, confida ogni specie di passione, gioia e dolore, speranza e disperazione, anelito alla fede e senso della vanità di ogni cosa [...]. (da Conclusione, p. 257)

Bibliografia[modifica]

  • Edoardo Roberto Gummerus, Storia delle letterature della Finlandia, Nuova Accademia Editrice, Milano, 19622.

Altri progetti[modifica]