Poesia

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Libertà della Poesia
(Pio Fedi, 1870 – 1883)

Citazioni sulla poesia.

Citazioni[modifica]

  • Ciò che in poesia è strabiliante diventa brusco in prosa, la forza diventa brutalità, la vivacità ardore e l'audacia sfacciataggine. (Vasilij Andreevič Žukovskij)
  • Ciò che per alcuni può essere poesia, per altri è veleno. (Wilde)
  • Cos'è la poesia?
    Non è la realtà, ma più della realtà... Non è un sogno, ma sognare da svegli. (August Strindberg)
  • Credo che il mondo sia bello, | che la poesia sia come il pane, di tutti. (Roque Dalton)
  • Credo che non vedrò mai una poesia bella come un albero. Ma le poesie le fanno gli sciocchi come me. Un albero lo può fare solamente Dio. (Joyce Kilmer)
  • Della poesia me ne fotto, | io stesso sono nato per un condom che si è rotto. (Caparezza)
  • È Poesia il sublime mezzo per il quale la parola conquista lo spazio a lei necessario: comporre versi è un'attività che si potrebbe definire testografica. (Stéphane Mallarmé)
  • È sempre arduo realizzare una vocazione poetica, ma come può essere più difficile per una "donna di casa"! (Donatella Bisutti)
  • È vero che il poeta scrive le parole, ma è bello leggere la poesia tra una riga e l'altra, cioè nello spazio bianco, quello spazio che ti lascia la possibilità di fantasticare e di pensare al sottotesto. (Giancarlo Giannini)
  • Ecco la mia opinione sulla poesia: i versi sono piccole prigioni cellulari in cui il pensiero è messo in gabbia. (Jean Louis Auguste Commerson)
  • Esiste una logica per la poesia. Non è la medesima per la filosofia. I filosofi sono da meno dei poeti. I poeti hanno il diritto di considerarsi superiori ai filosofi. (Conte di Lautréamont)
  • Far poesia vuol dire riconoscersi. (Sergio Solmi)
  • Genere naturale di profezia. (Johann Georg Hamann)
  • Gli editori credono ciecamente, con apriorismo razzistico, che la poesia sia tabù per la libreria. E lo credono anche i librai. (Alberto Bevilacqua)
  • I popoli si immaginano di odiare la poesia ed essi sono tutti dei poeti e dei mistici. (Ralph Waldo Emerson)
  • Il linguaggio è una creazione costante di mondi alternativi. [...] L'incertezza di significato è poesia incipiente. (George Steiner)
  • Il misticismo senza poesia è superstizione, e la poesia senza misticismo è prosa. (Lev Tolstoj)
  • Il più sublime lavoro della poesia è alle cose insensate dare senso e passione, ed è proprietà de' fanciulli di prender cose inanimate tra mani e, trastullandosi, favellarvi come se fussero, quelle, persone vive. Questa degnità filologico-filosofica ne appruova che gli uomini del mondo fanciullo, per natura, furono sublimi poeti. (Giambattista Vico)
  • In ogni poesia vi è una contraddizione essenziale. La poesia è molteplicità triturata e che restituisce fiamme. (Antonin Artaud)
  • Io non dico tutto in un'intera frase [...] Una frase intera significherebbe la morte per la mia poesia. (Paul Wühr)
  • Io sono una lampada ch'arda | soave! | La lampada, forse, che guarda, | pendendo alla fumida trave | la veglia che fila; || e ascolta novelle e ragioni | da bocche | celate nell'ombra, ai cantoni, | da dietro le soffici ròcche | che albeggiano in fila: (Giovanni Pascoli)
  • Io vedo la poesia come un'incudine di costante attività spirituale, non come un laboratorio di formule dogmatiche rivestite di immagini più o meno brillanti. (Antonio Machado)
  • La letteratura sta alla poesia come la menzogna alla verità. (Umberto Saba)
  • La mia poesia bisogna ch'io la tenga nascosta in fondo al cuore, per me, per piangere solo, per pregar solo, per disperare solo! (Ambrogio Bazzero)
  • La poesia a imagini e la poesia a sentenze. La prima è la più antica. Oggi prevale la seconda – ma già si cerca di maritarle – formando una poesia dalle imaginose sentenze, o sentenziose imagini. – L'arte magnanima di Michelangiolo. – Le cruschevoli melensaggini. (Carlo Dossi)
  • La Poesia aiuta il cuore a non invecchiare. (Romano Battaglia)
  • La poesia bisogna sentirla, non capirla. (Giovannino Guareschi)
  • La poesia ci aiuta a compiere un'esperienza irripetibile di libertà, è finzione e ritmo, ma ci aiuta a intraprendere un grande viaggio alla ricerca di uno sguardo. Quello sguardo che solo le donne posseggono e che ci introduce nel punto più segreto del mondo. (Roberto Benigni)
  • La poesia degli antichi era quella del possesso, la poesia dei moderni è quella dello struggimento. (Wilhelm August von Schlegel)
  • La poesia, dopo tutto, è un tentativo di trasmettere sentimenti, umori, stati d'animo, e persino pensieri che sono difficili da afferrare e che sembrano sfidare il linguaggio in prosa. E in effetti alcuni sentimenti eludono del tutto il linguaggio, e persino la poesia. (Jeffrey Moussaieff Masson)
  • La poesia è delle anime vergini, degli angeli, di chi crede. Naturalmente noi non viviamo più all'età d'Omero, e quindi ci è difficile trovare qualcosa in cui credere. Ma ad ogni modo, per essere poeti bisogna tornare a una necessaria condizione d'ingenuità. (Giorgio Bassani)
  • La poesia è inconscia di sé: l'uomo non la domina, né è dominato. Scorga dall'anima o soave ruscello o furioso torrente nel vedersi ritrarre matematicamente soffra e si lagni. (Camillo Boito)
  • La poesia è la lingua madre della razza umana; così come il giardinaggio è più antico dell'agricoltura, la pittura della scrittura, il canto della declamazione, le similitudini dei sillogismi, lo scambio del commercio. (Johann Georg Hamann)
  • La poesia è parola, il contrario della politica, che dovrebbe essere "fatti, non parole". (Roberto Benigni)
  • La poesia è sempre più di attualità perché rappresenta il massimo della speranza, dell'anelito dell'uomo verso il mondo superiore. (Andrea Zanzotto)
  • La poesia è registrazione rapidissima di momenti chiave della nostra esistenza. In ciò è pura, assoluta, non ha tempo di contaminarsi con nulla. Nemmeno con i nostri dubbi. (Alberto Bevilacqua)
  • La poesia è sempre un atto di pace. Il poeta nasce dalla pace come il pane nasce dalla farina. (Pablo Neruda)
  • La poesia è sentirsi morire. (Fausto Maria Martini)
  • La poesia è un miele che il poeta, | in casta cera e cella di rinuncia, | per sé si fa e pei fratelli in via; | e senza tregua l'armonia annuncia. (Clemente Rebora)
  • La poesia è uno scoprire e stabilire convenienze e richiami e concordanze tra il Cielo e la terra e in noi e tra noi. (Clemente Rebora)
  • La poesia ha eco profonda ed intensa nel cuore della gioventù, in cui l'amore deve ancora nascere. È allora come il presagio di tutte le passioni, mentre più tardi non ne è più che il ricordo e il rimpianto. Fa piangere così ai due stadi estremi della vita: giovani, di speranza; vecchi, di rimpianto. (Alphonse de Lamartine)
  • La poesia non è di chi la scrive, ma di chi... gli serve. (Il postino)
  • La poesia non è meno misteriosa degli altri elementi dell'Universo. (Jorge Luis Borges)
  • La poesia non è un libero movimento dell'emozione, ma una fuga dall'emozione; non è l'espressione della personalità, ma la fuga dalla personalità. (Thomas Stearns Eliot)
  • La poesia non potrà mai essere per tutti i lettori. (Ugo Fasolo)
  • La poesia, per un poeta, è il lavoro più remunerativo del mondo. Una buona poesia è un contributo alla realtà. Il mondo non è più lo stesso dopo che una buona poesia gli si è aggiunta. (Dylan Thomas)
  • La poesia propone e consegna praticamente la felicità quotidiana. (Luigi Santucci)
  • La poesia si avvicina alle verità essenziali più della storia. (Platone)
  • La poesia presuppone tutto il trivio, il quadrivio, e tutta la filosofia, e il sapere umano e divino, e tutte le scienze. (Coluccio Salutati)
  • La sfida della grande poesia è il male più brutto, il male tragico, l'irreparabile perdizione o distruzione o condanna dell'innocente. (Guido Sommavilla)
  • Le arti tutte, ma più specialmente la musica e la poesia, possono stimarsi due lampi balenati da un medesimo sguardo di Dio. (Francesco Domenico Guerrazzi)
  • Me lambico el cervello zorno, e notte | Per far Sonetti grassi, e buttirosi, | Per divertir le Donne, e i so morosi, | Ma mi fazzo i Sonetti, e i altri fotte. (Giorgio Baffo)
  • [...] Mentre questi fondamentalisti seguitano a ripetere che la poesia libera è una figlia illegittima senza nessun legame con la poesia araba. Io proverò in questo libro e con gli strumenti della metrica che quanto affermano è falso e che la nostra poesia libera è uno sviluppo dell'arte metrica scritta dallo stesso Al Khalil ibn Ahmad, fondata sulle sue basi, e che si può vi si può rintracciare ogni regola. (Nazik al-Mala'ika)
  • Nella poesia v'è una somma utilità, e gioia e nobiltà, sì che colui che ne è privo non può considerarsi educato liberalmente. (Leonardo Bruni)
  • [La poesia] Non è un'arte di arrangiare fiori, ma urgenza di afferrarsi a un bordo nella tempesta. [...] Per me è pronto soccorso, la poesia, non una sviolinata al chiaro di luna. È botta di salvezza. (Erri De Luca)
  • Non importa la semplicità del tema, a volte le poesie più belle parlano di cose semplici, come un gatto, o un fiore, o il sole. La poesia nasce da tutto ciò che ha una scintilla di rivelazione. Cerchi solo che la sua poesia non sia banale. (L'attimo fuggente)
  • Non leggiamo e scriviamo poesie perché è carino: noi leggiamo e scriviamo poesie perché siamo membri della razza umana; e la razza umana è piena di passione. Medicina, legge, economia, ingegneria sono nobili professioni, necessarie al nostro sostentamento; ma la poesia, la bellezza, il romanticismo, l'amore, sono queste le cose che ci tengono in vita. (L'attimo fuggente)
  • Non si può trovare poesia da nessuna parte quando non se ne porta in sé. (Joseph Joubert)
  • Oggi mi sentii poeta. Meditai una poesia, I morti, i morti all'ospedale e i morti in battaglia – i morti d'amore – i morti in campagna... (Ambrogio Bazzero)
  • Ogni poesia | è femmina! (Hamda Khamis)
  • Poesia, altro vizio solitario. (Camillo Sbarbaro)
  • Poesia: il luogo dove incontro ciò che non è nella memoria ma sorge da una specie di istinto, sotterraneo, creativo. Riconoscimento di qualcosa che non so di sapere; qualcosa che so mentre scrivo, quando una poesia comincia a prender forma, ad asserire una realtà, sorprendente ma stranamente familiare. (Martha Cooley)
  • Poesia
    in mancanza di perfezione | logica vuole || almeno far sentire un soffio | matematico di || coerenza... (Paul Wühr)
  • Poesia potrebbe anche definirsi: la fiducia di parlare a sé stessi. (Vincenzo Cardarelli)
  • Preferisco il ridicolo di scrivere poesie | al ridicolo di non scriverne. (Wisława Szymborska)
  • Rimuginare il male senza osare mai compierlo. È così che si formano le vocazioni alla poesia. (Gesualdo Bufalino)
  • Se la poesia non viene naturalmente come le foglie vengono ad un albero, è meglio che non venga per niente. (John Keats)
  • Se leggo un libro che mi gela tutta, così che nessun fuoco possa scaldarmi, so che è poesia. Se mi sento fisicamente come se mi scoperchiassero la testa, so che quella è poesia. È l'unico modo che ho di conoscerla. Ce ne sono altri? (Emily Dickinson)
  • Se per qualche ragione questo mio stato di eccitazione dovesse dispiacerti, ti prego di ricordare che è questa la condizione che ci vuole per la poesia, e della poesia solo m'importa. La poesia è ciò per cui vivo. (John Keats)
  • Si dice che la poesia sia cominciata con lo sport. (André Scala)
  • Si dovrebbe, almeno ogni giorno, ascoltare qualche canzone, leggere una bella poesia, vedere un bel quadro, e, se possibile, dire qualche parola ragionevole. (Johann Wolfgang von Goethe)
  • Solo la forma (definitiva) è limitata, custodita dalla ragione, ma il contenuto, e, cosa principale, la «sostanza», si abbevera sempre, immediatamente, al cuore. La volontà che si esprime nei versi è la volontà della passione e non la volontà della ragione. (Aleksandr Aleksandrovič Blok)
  • Sono propenso ad affermare che l'estremo sapore della poesia è la silenziosa gratitudine per la vita, l'atto, il pensiero e l'arte umana, malgrado tutte le prove subite e la morte – e forse anche proprio a causa di tutto ciò. (Jannis Ritsos)
  • Tristezza è poesia, tutte le volte che tristezza è senza causa. (Xavier Forneret)
  • Tutti gli uomini, da Adamo in giù fino al calzolaio che ci fa i begli stivali, hanno nel fondo dell'anima una tendenza alla poesia. (Giovanni Berchet)
  • Tutto il mondo soffre di avere perduto la religione. E quasi tutta la poesia di oggi non è, in un modo o nell'altro, che il rimpianto di una religione perduta. (Mario Soldati)
  • Un libro di poesie | è un autunno morto: | i versi son le foglie | nere sulla bianca terra, | e la voce che li legge | è il soffio del vento | che li affonda nei cuori | intime distanze. (Federico García Lorca)
  • Una buona educazione poetica non è che la scienza di essere scontenti. (Ezra Pound)
  • Una poesia ragionevole, è lo stesso che dire una bestia ragionevole. (Giacomo Leopardi)
  • Uno sguardo vergine sulla realtà: ecco ciò ch'io chiamo poesia. (Edoardo Sanguineti)

Ana Blandiana[modifica]

  • Credo che esista una categoria di poeti per i quali la poesia è qualcosa di vicino alla religione. Entrambe parlano di ciò che non è dicibile, l'ineffabile. Questo crea un'attesa per qualcosa che non si può dire.
  • Lo scopo della poesia è quello di ripristinare il silenzio, la capacità di tacere.
  • Per i moderni la poesia è qualcosa che non si può spiegare, è una suggestione.

Charles Bukowski[modifica]

  • Che differenza c'è tra poesia e prosa? La poesia dice troppo in pochissimo tempo, la prosa dice poco e ci mette un bel po'.
  • Secoli di poesia e siamo sempre al punto di partenza.
  • Ti aspetti di trovare poesia in una rivista di poesia? Le cose non sono così semplici.

Khalil Gibran[modifica]

  • Il pensiero è sempre la pietra d'inciampo della poesia.
  • La poesia è il segreto dell'anima; perché rovinarla con le parole?
  • La poesia è la luce di un lampo; quando è solo un accostamento di parole diventa semplice composizione.
  • La poesia non è un modo di esprimere un'opinione. È un canto che sale da una ferita sanguinante o da labbra sorridenti.

Alda Merini[modifica]

  • La casa della poesia non avrà mai porte.
  • La pistola che ho puntato alla tempia si chiama Poesia.
  • La poesia è la pelle del poeta.

Novalis[modifica]

  • La poesia è, fra le scienze, la giovinezza. Da fanciulla avrà avuto l'aspetto dell'angelo sotto la Madonna il quale si preme il dito sulle labbra come a dire che non si fida di questa leggerezza.
  • La poesia è il reale, il reale veramente assoluto. Questo è il nocciolo della mia filosofia. Quanto più poetico, tanto più vero.
  • La poesia è l'eroina della filosofia. La filosofia eleva la poesia a principio. Essa ci insegna a conoscere il valore della poesia. La filosofia è la teoria della poesia. Essa ci mostra che cosa sia la poesia: che è uno e tutto.
  • La poesia guarisce le ferite inferte dall'intelletto. Consta di componenti opposte, di verità elevatrice e di illusione piacevole.
  • La poesia risolve l'esistenza altrui nella propria.

Aldo Palazzeschi[modifica]

  • Il senso della poesia è nell'umanità quale è stato sempre e quale sempre sarà. La umanità vive inconsciamente la sua parte di poesia, o ne ha percezioni vaghe e fugaci, inafferrabili e informi. La poesia è nell'umanità come l'oro nelle grandi sabbie aurifere: tocca al poeta individuarlo, raccoglierlo e formarlo in piccole sbarre.
  • La poesia è in tutti e di tutti, è patrimonio comune e universale. Per il poeta è l'essenza della vita, per gli altri il profumo, profumo che tutti avvertono vagamente e inafferrabilmente. Il poeta ha la facoltà di fissare con la immagine o nelle parole l'istante che fugge e di poterlo comunicare agli altri. Ma mentre l'immagine si espande, si logora, e proprio come un profumo diventa sempre più debole e evanescente. Somiglia a quelle acque che bevute alla sorgente hanno un potere radioattivo sul nostro organismo, messe in bottiglia e servite sulle tavole delle città sono della buona acqua potabile, e nulla più.
  • La popolarità della poesia è una illusione. Popolare è invece la rettorica che le masse non possono oltrepassare e di cui si cibano abbondantemente. La poesia medesima diviene rettorica una volta preda delle masse. Le masse sono più forti della poesia. In ogni paese coloro che sono capaci di creare la poesia come coloro che hanno la capacità di intenderla, sono creatura di eccezione, al di fuori della normalità.

Walt Whitman[modifica]

  • I più grandi brani di poesia vanno accostati solamente a una certa distanza, a quel modo che talvolta cerchiamo di notte le stelle, non fissandole direttamente, ma spostando lo sguardo da una parte.
  • Le parole delle vere poesie vi danno ben più che poesie, | vi mettono in grado di creare voi stessi poesie, religioni, politiche, guerra, pace, norme di condotta, storie, saggi, vita quotidiana e ogni altra cosa, | equilibrano ranghi, colori e razze, credi e sessi, | non perseguono la bellezza, ma ne vengono perseguiti, | sempre, toccandoli, accosto a loro, segue la bellezza, che arde dal desiderio ed è malata d'amore.
  • La poesia (come una grande personalità) è il frutto di molte generazioni - di molte rare combinazioni. Per avere grandi poeti occorre avere anche un grande pubblico.

Proverbi italiani[modifica]

  • Chi ha spirito di poesia, merita ogni compagnia.
  • Corri a veder di là chi picchia, o Ghita, è lo zio che fa versi con le dita.
  • La poesia non sazia.
  • L'amore fu il padre della poesia.
  • Senza lima non si fa buon verso.

Bibliografia[modifica]

  • Annarosa Selene, Dizionario dei proverbi, Pan libri, 2004. ISBN 8872171903

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]