Elio Gioanola

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Elio Gioanola (1934 – vivente), critico letterario, scrittore e docente italiano.

Citazioni di Elio Gioanola[modifica]

Da Elio Gioanola e la letteratura sul lettino

Intervista di Antonio Gnoli, Rep.repubblica.it, 3 febbraio 2018.

  • Kafka, Proust, Mann, Pirandello, Musil, Gadda o Montale appartengono a quella famiglia letteraria che non ha illuminato gli angoli dell'esistenza con la razionalità, non ha medicato il lutto della perdita di Dio riaffermando la centralità dell'uomo, ma ha cercato nei disagi della contemporaneità e nel proprio oscuro smarrimento le ragioni stesse dello scrivere.
  • [Beppe Fenoglio] Si vedeva come l'uomo più brutto del mondo. La sua balbuzie era insieme causa e conseguenza del disagio che lo scrittore provava nei riguardi degli altri. Il fatto che egli avesse trasformato l'inglese nella sua lingua di elezione era anche un modo per compensare certi deficit verbali.
  • Sono nato e cresciuto in un'osteria e in un paese di campagna senza libri e senza stimoli, ho avuto insegnanti mediocri e ho dovuto farmi strada da solo non sapendo bene dove andare a parare. Mi ha salvato la scontentezza di quel tutto che mi portavo dentro da sempre e che si è man mano precisata come ansia religiosa, odio per ogni forma di retorica, sensibilità per il male di vivere.

Altri progetti[modifica]