Elisa e Marcela

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Elisa e Marcela

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

Elisa y Marcela

Lingua originale spagnolo
Paese Spagna
Anno 2019
Genere drammatico, erotico, sentimentale, biografico
Regia Isabel Coixet
Soggetto Narciso de Gabriel
Sceneggiatura Isabel Coixet
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Elisa e Marcela, film spagnolo del 2019 con Natalia de Molina e Greta Fernández, regia di Isabel Coixet.

Incipit[modifica]

Per quanto possa ricordare, ho avuto un'infanzia felice. Poi crescendo, ho iniziato a pormi delle domande. E insieme alle domande è arrivato il dolore. Chi sono? Da dove vengo? Qual è la mia storia? Chi erano quelle donne il cui nome veniva sempre pronunciato a bassa voce, quando credevano che non ascoltassi? Chi erano? Chi erano? (Ana)

Frasi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Mia adorata Marcela, sono passate quattro settimane, tre giorni e nove ore dall'ultima volta che ho sentito il tuo profumo, eppure ti sento così vicina a me nei miei pensieri, che potrei quasi toccarti. Tutto mi ricorda te, tutto: i bambini, mia zia, le suore, il sole, la pioggia, il mare, la sabbia, questo foglio di carta che riempio di parole che mi portano a te, la penna, l'inchiostro. Ti sogno spesso, Marcela, persino da sveglia. Ti dipingo, e così ovunque io guardi ti ritrovo. Mi manchi così tanto, tanto. Vorrei baciare il tuo neo. Per sempre tua, Elisa. (Elisa) [lettera]
  • Mia adorata Elisa, ho ricevuto la tua lettera. Leggo le tue parole e mi pare di toccarti. Ci sono giorni in cui mi immagino al tuo fianco mentre scrivi, mentre mi scrivi, e io ti guardo, guardo ogni gesto, ogni parola che mi regali. E guardo le tue mani, e tutti i tuoi nei. E le tue pause, e la tua fretta. E la mia. Immagino le nostre lettere tutte insieme come se fossero amuleti. E tu e io nude e sdraiate sopra di esse, come se tutte le parole che ci siamo scritte l'un l'altra potessero proteggerci dal freddo, dalle persone, dalla distanza. Ogni volta che arriva una tua lettera, prima di aprirla la abbraccio, abbraccio te, e le tue parole calmano la mia impazienza, la paura di non vederti, la paura di essere dimenticata. Le tue parole d'amore penetrano nella mia pelle, credo che i miei nei siano le tue parole. Ti amo tanto, Elisa. (Marcela) [lettera]

Citazioni su Elisa e Marcela[modifica]

La foto d'epoca delle vere Elisa e Marcela nel giorno del loro matrimonio, foto che appare anche nei titoli di coda del film
  • Per me le scene di sesso erano fondamentali nel film. I loro corpi e la loro pelle sono l'unica cosa che li protegge da un ambiente veramente ostile. Mi piaceva immaginare il modo in cui queste due donne senza modelli di riferimento, senza informazioni sulla comunità LGBT, si ponessero l'una nei confronti dell'altra. In che modo andavano avanti? È stato emozionante e divertente lavorare con Natalia e Greta. Sin dall'inizio sapevano cosa avrebbero fatto, ma io ho sempre detto loro: "Se vi sentite a disagio... ci fermiamo. Non è la fine del mondo, troviamo un'altra soluzione creativa". E invece tutto è andato bene. (Isabel Coixet)
  • Perché questa storia e non un'altra? Perché in qualche modo è lei che mi ha trovato. Tutto è iniziato con una foto b/n dei veri protagonisti, queste due straordinarie donne piene di coraggio. E da questa immagine molto forte anche la scelta di girare proprio in bianco e nero quasi per rispettare quel clima. [...] Erano dieci anni che volevo fate questo film e non ci riuscivo. Netflix me lo ha permesso anche quando gli ho detto che volevo farlo in bianco e nero. (Isabel Coixet)

Altri progetti[modifica]