Elizabeth Chandler

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Elizabeth Chandler, pseudonimo di Mary Claire Helldorfer (? — vivente), scrittrice statunitense.

Incipit di alcune opere[modifica]

Baciata da un angelo. Anime gemelle[modifica]

Sempre a testa alta, con i ricci capelli biondi legati perché non le ricadessero sugli occhi, Ivy chiuse la porta dell'assistente scolastico e attraversò orgogliosamente il corridoio. Alcuni ragazzi della squadra di nuoto si voltarono per fissarla mentre si avvicinava all'armadietto. Ivy si fece forza e non abbassò lo sguardo, cercando di sembrare sicura di sé. I pantaloni e il top che aveva scelto per affrontare il primo giorno di scuola erano stati accuratamente selezionati da Suzanne, la sua più vecchia amica, nonché sua guru personale per quanto riguardava la moda. È un vero peccato che Suzanne non abbia trovato anche un bella busta di plastica che si abbinasse bene ai vestiti per coprirmi la faccia, pensò Ivy. Superò la bacheca degli annunci. La gente sussurrava, la indicava con piccoli cenni del capo. Avrebbe dovuto aspettarselo.

Innocenti bugie[modifica]

La porta con la zanzariera si aprì cigolando e io chiusi gli occhi per far credere alla mamma che stavo dormendo. Avrei voluto rintanarmi sotto le lenzuola, ma rimasi immobile col fiato sospeso.
«Non riesco a dormire, Lauren».
Mi tirai su a sedere. «Nora! La prossima volta dillo che sei tu».
In piedi, accanto al mio letto nella sua camicia da notte di pallido cotone, sembrava un magro fantasma.

Bibliografia[modifica]

  • Elizabeth Chandler, Baciata da un angelo. Anime gemelle, traduzione di Sandro Ristori, Newton Compton, 2010. ISBN 9788854117761
  • Elizabeth Chandler, Innocenti bugie, traduzione di Antonella Lattanzi, Newton Compton, 2011. ISBN 9788854129818

Altri progetti[modifica]