Emerico Giachery

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Emerico Giachery (1929 – vivente), critico letterario, scrittore, saggista, insegnante italiano.

Citazioni di Emerico Giachery[modifica]

  • [Il rapporto Verga-D'Annunzio colto attraverso le figure di 'Ntoni Malavoglia ed il pastore Aligi] [...] due ulissidi in sedicesimo, portatori di un'inquietudine intrisa di oscuri rimorsi, violatori di un immutabile ordine patriarcale, sul quale però esercita determinante e tenacissimo influsso, – almeno per chi creda nella realtà di questo prepotente archetipo – la grande Madre Mediterranea. Per vie tanto diverse, e forse a diverso livello di autenticità, i due scrittori mediterranei compiono il ritorno a Itaca, una discesa alle Madri.[1]

Note[modifica]

  1. Da Verga e D'Annunzio, Silva, Milano, 1968; citato in Gorizio Viti, Verga verista, Le Monnier, Firenze, 1974, pp. 272-273.

Altri progetti[modifica]