Emine Sevgi Özdamar

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Emine Sevgi Özdamar (1946 - vivente), scrittrice, attrice e regista teatrale tedesca.

Incipit di Il ponte del Corno d'oro[modifica]

Nella Stresemannstrasse c'era allora – siamo nel 1966 – una panetteria in cui una vecchia vendeva il pane. La sua testa, grossa e sghemba, pareva una pagnotta cotta da un garzone di fornaio morto di sonno. La portava sulle spalle rialzate come su un vassoio per il caffè. Era bello entrare in quella panetteria perché non era necessario dire la parola pane: bastava indicarlo.
Quando il pane era ancora caldo era più facile imparare a memoria i titoli del giornale affisso fuori in strada, in una bacheca. Mi premevo il pane caldo sul petto e sulla pancia e, come una cicogna, pestavo i piedi sulla strada fredda.

Bibliografia[modifica]

  • Emine Sevgi Özdamar, Il ponte del Corno d'oro, traduzione di Umberto Gandini, Ponte alle Grazie, 2010. ISBN 9788862200424

Altri progetti[modifica]