Emmanuel Le Roy Ladurie

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Emmanuel Le Roy Ladurie, 2014.

Emmanuel Le Roy Ladurie (1929 – vivente), storico francese.

Storia di un paese: Montaillou[modifica]

Incipit[modifica]

Anzitutto due parole sulla demografia del villaggio, ma molto brevemente perché mi riservo di parlare delle sue componenti in un capitolo successivo. Montaillou non è una grossa parrocchia. Al momento degli avvenimenti che provocarono l'inchiesta di Fournier, la popolazione locale contava da 200 a 250 abitanti.

Citazioni[modifica]

  • In questo paese tutti quanti sanno arrangiarsi, e spesso molto bene, in lavoretti di ogni sorta. Un notaio può fare il sarto; un figlio di notaio il calzolaio; un figlio di d'agricoltore il pastore e poi il fabbricante di pettini per cardare. Solo il mestiere di venditore ambulante, che esige il trasporto di grossi pesi, è difficile per le tenere spalle di un ex notaio, al quale la precedente vita facile non ha dato la necessaria resistenza. (p. 20)
  • La gente del villaggio si portava dietro con la più grande naturalezza tutta una fauna di pulci e di pidocchi: ci si grattava, ci si spidocchiava reciprocamente (come fanno ancora oggi gli antropoidi) dal basso all'alto della scala sociale, affettiva e famigliare. C'è da sorprendersi, se nella civiltà occitanica il migliolo si chiamava appunto l'ammazza-pidocchi? (p. 23)
  • Diciamo in due parole che la donna rurale-occitanica è un personaggio oppresso; ma non è ridotta a schiavitù: si prenderà la rivincita nell'intimità della domus e nella potenza della maturità. Da giovane, la donna montalionese o ariegese rischia lo stupro. Come altrove. Come sempre. Ma forse anche più che altrove e più che in altri periodi. (p. 162)
  • La cultura passa dal più anziano al più giovane; questo non impedisce le innovazioni, ma le rende più difficili e più specifiche. L'itinerario contrario, che farebbe rifluire l'acculturazione da valle a monte, per esempio da figlio a padre o da figlio a madre, sembra difficile da percorrere. (p. 263)

Explicit[modifica]

Nell'opuscolo intitolato Femmes, soyez souises à vos maris, anche Voltaire, in maniera scherzosa, porrà la questione celeste in termimi di amore reciproco: «In paradiso... si farà certamente l'amore, ma in modo diverso di quaggiù. Perché vi accorgerete bene che in questo mondo facciamo l'amore molto imperfettamente».

Bibliografia[modifica]

  • Emmanuel Le Roy Ladurie, Storia di un paese: Montaillou. Un villaggio occitanico durante l'Inquisizione (1294-1324), traduzione di Giovanni Bogliolo, Rizzoli, Milano, 1977.

Altri progetti[modifica]