Erica Spindler

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Erica Spindler (1957 — vivente), scrittrice statunitense.

Incipit de Il giustiziere[modifica]

New Orleans, Louisiana
Domenica, 28 agosto 2005
Ore 16:00

Gli dei tenevano d'occhio New Orleans. O così sembrava. In che altro modo questa storica città costruita sotto il livello del mare, questo splendido gioiello incastonato in una palude, era sopravvissuta?
Sopravvivenza. Della specie. Dei più forti. Dell'io. Una reazione istintiva a combattere per la vita. A rimandare colpo su colpo.
E lei?
Vai alla porta. Aprila.
Eccola lì. Sdraiata sul letto. Addormentata. La stronza. Puttana infedele da quattro soldi!
Se lo merita. Ti ha tradito. Ti ha spezzato il cuore.
Lei si mosse. Gemette. Sbatté le palpebre.
Presto! Raggiungi il letto. Mettile le mani intorno alla gola e stringi.
Gli occhi di lei si spalancarono. Pozze azzurre di terrore. Recalcitrò e artigliò.
Di più. Di più. È colpa sua. Sua. Stronza! Traditrice!
La pelle cremosa di lei si chiazzò, poi divenne porpora. Gli occhi presero a sporgere dalle orbite, come quelli di qualche bizzarro personaggio dei cartoni animati.
Nessuna pietà. Nessuna remora. Se l'è voluto lei. Se lo merita.

Bibliografia[modifica]

  • Erica Spindler, Il giustiziere, [traduttore non indicato], Mondadori, 2008.

Altri progetti[modifica]