Erma Bombeck

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Erma Louise Bombeck (1927 – 1996), giornalista statunitense.

Citazioni di Erma Bombeck[modifica]

  • La sola ragione per cui comincerei a fare jogging è che così almeno posso sentire di nuovo un respiro affannoso.[1]
  • Sciare? Io non pratico nessuno sport con delle ambulanze ai piedi della collina.[2]

Incipit di Se la vita è un piatto di ciliege, perché a me solo i noccioli?[modifica]

Subito dopo il brodo di pollo caldo, le ancore tatuate sul petto e la penicillina, per me la luna di miele è una delle cose più sopravvalutate del mondo.
È un'esperienza strana e imbarazzante, si ha l'impressione che per tutti gli altri sia stata molto più divertente, ma si è troppo orgogliosi per ammetterlo.
Esiste un albergo in cui hanno messo in piedi una specie di «Museo della luna di miele».
Se si deve credere alla pubblicità, una nicchia a forma di cuore ospiterà fotografie, ricordi e memorabilia di famose coppie di innamorati della storia e della letteratura.

Note[modifica]

  1. Citato in Gino e Michele, Matteo Molinari, Le Formiche: anno terzo, Zelig Editore, 1995, § 1204.
  2. Citato in Gino & Michele, Matteo Molinari, Le formiche e le cicale: anno 2004, Kowalski editore, Milano, 2003, § 676. ISBN 88-7496-603-2

Bibliografia[modifica]

  • Erma Bombeck, Se la vita è un piatto di ciliege, perché a me solo i noccioli?, traduzione di Marisa Caramella, TEA, 1988.

Altri progetti[modifica]