Eugen Fink

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Eugen Fink (1905 – 1975), filosofo tedesco.

Citazioni di Eugene Fink[modifica]

  • [Sull'eterno ritorno] Il pensiero più abissale della filosofia di Nietzsche, [una teoria che] sta in una singolare penombra. Apparentemente manca di una precisa rielaborazione e impronta concettuale; è più simile a una oscura profezia, alla rivelazione divinatoria di un segreto, che a una rigorosa esposizione filosofica.[1]
  • L'essenza del mondo è il gioco [...] noi giochiamo il serio, giochiamo l'autentico, giochiamo la realtà, il lavoro e la lotta, giochiamo l'amore e la morte e giochiamo perfino il gioco.[2]

Note[modifica]

  1. Da La filosofia di Nietzsche, traduzione di Pisana Rocco Traverso, Marsilio Editori, Venezia, 1973.
  2. Da Oasi della gioia, Edizioni Rumma, Salerno, edito successivamente da Edizioni 10-17, 1987. Citato in Nicola Abbagnano, Ricordi di un filosofo, a cura di Marcello Staglieno, Rizzoli, Milano, 1990, pp. 178-179. ISBN 88-17-84011-4

Altri progetti[modifica]