Final Fantasy I & II - Dawn of Souls

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Final Fantasy I & II – Dawn of Souls (in Giappone Final Fantasy I•II Advance) è una raccolta di videogiochi, uscita nel 2005 per Game Boy Advance. Contiene i giochi Final Fantasy I e Final Fantasy II, primi due capitoli della serie omonima.

Final Fantasy I[modifica]

Nel gioco i personaggi principali non possiedono un'identità precisa, per cui non si assiste a dialoghi.

Introduzione[modifica]

Il mondo è avvolto dall'oscurità...
Il vento cala...
Il mare s'infuria...
La terra imputridisce...

Ma la gente crede in una profezia, attendendone pazientemente l'avverarsi.
"Quando il mondo sarà avvolto dall'oscurità, giungeranno i quattro Guerrieri della luce."
Dopo un lungo viaggio quattro viandanti appaiono infine...
ognuno con un cristallo in mano.

Frasi[modifica]

  • Soldato: Un tempo Garland era il più grande cavaliere del regno. Ma la sete di potere lo ha consumato e lui ha smarrito la sua vera identità.
  • Re di Cornelia: Come re non posso credere alla profezia, ma neanche ignorare che quattro ragazzi si sono presentati con un cristallo, perciò interverrò.
  • Bahamut: Io sono re Bahamut. Onoro coloro la cui forza e il cui coraggio sono sinceri.
  • Drago: La forma della testimonianza di coraggio cambia nel tempo. Il suo aspetto può ingannare.
  • Vecchio: Vedo che avete con voi la corona. La vostra forza non può essere messa in discussione, lo riconosco. Molto bene, vi accorderò il diritto di sottoporvi ai cimenti. Andate ora. Prendete posto sul trono. Il vostro valore sarà messo alla prova. Se in voi alberga il vero coraggio, qui ne avrete la conferma.
  • Bahamut: è passato molto tempo da quando gli uomini hanno avuto l'ardire di presentarsi davanti a me. Il vostro coraggio sembra essere degno della mia considerazione. La coda di topo in vostro possesso è segno di gagliardia e forza notevole… E sia… vi renderò onore con dei titoli confacenti al vostro valore.
  • Studioso: Un potere si sta accumulando da qualche parte e noi dobbiamo studiarlo prima che qualcosa di terribile si abbatta su di noi.
  • Studioso: Questa non è la mia competenza, ma devo portare a termine il mio compito.
  • Medusa: Non posso guardarmi nello specchio altrimenti finirei pietrificata. Che aspettò avrò?
  • Minotauro: I mezzuomini veri combattono con la forza dei muscoli.
  • Faraone: No! Le mie armate sconfitte? Che perfidia è mai questa?
  • Abitanti: Forse essere immortali non è così male./ Chi vorrebbe vivere in un corpo decomposto?/ Non mi sembrava neanche di essere vivo./ Anche se non potevo muovermi ero consapevole di quel che accadeva.
  • Saggi: La catena del tempo si è avvolta su se stessa formando un ciclo di rabbia. Trovate l'anello di congiunzione e distruggetelo./ Ogni 2000 anni l'artefice torna indietro e ricomincia. Un ciclo che si ripete ogni 2000 anni. Un destino distorto che crea e ricrea la rabbia. Ma è solo un'illusione, una fantasia! Solo i guerrieri della luce possono spezzare questo circolo vizioso./ Potreste non averne memoria, ma prima che arrivaste in questa terra, il tempo scorreva normalmente per voi e tuttavia, in questo stesso momento, quello stesso fluire è alterato.
  • Celestiani: Il potere dei 4 demoni veniva dal cristallo nero del passato. La luce che abbiamo aspettato per tutto questo tempo aprirà un varco.
  • Garland: Vi ricordate di me? Ero un cavaliere. Tra 2000 anni… mi uccideste. Io sono Garland. Allora mi sconfiggeste, ma le 4 grandi forze mi salvarono mandandomi indietro nel tempo! Una volta giunto qui inviai i 4 demoni nel futuro, dove useranno nuovamente le 4 grandi forze per mandarmi nel passato! Tra 2000 anni non ricorderò niente di tutto questo. Ma rinascerò qui. E mentre voi continuerete a morire, io ritornerò!

Rinato in questo ciclo senza fine che io ho creato!

[modifica]

Il circolo vizioso del tempo era stato alfine spezzato...
La lunga lotta che aveva imperversato per oltre 2000 anni era finita e la pace era prevalsa ancora una volta.
La luce dei 4 cristalli aveva ripristinato le forze di vento, acqua, terra e fuoco.

Fu un mero scherzo del destino a dare l'avvio alla catena dell'ira di Garland.
Ma, ingigantita dalle quattro forze che avrebbero dovuto guidare il nostro mondo, quell'inezia diede vita ai Demoni.

I mostri furono liberi di agire incontrollati e il mondo cadde nell'oscurità...
Ma tutto questo passato ormai.

Con le quattro forze ritornate al loro compito originario, i Guerrieri si preparano a ritornare al mondo che era loro familiare...
Un mondo dove la principessa Sarah, la regine Jayne e perfino lo stesso Garland attendono.

Quale fu il giorno che vide l'inizio di questa spirale infinita di tempo?
Nessuno lo sa.

Sembrava che il ciclo in cui il tempo era caduto dovesse durare per l'eternità. Ma il coraggio di 4 viandanti cambiò ciò che sembrava ineluttabile.
Presero le forze che avevano gettato il mondo nell'oscurità e le usarono per immergere il mondo nella luce.

Nessuno rimembrerà mai le difficoltà che i quattro dovettero affrontare, perché l'aver spezzato la catena ha cancellato l'esistenza della stessa.

Ma l'eco delle loro imprese si perpetuerà nelle favole e nelle leggende raccontate dalle persone...
Storie di nani ed elfi, di draghi e di civiltà fulgide che aspiravano ai cieli anche mentre cadevano.

E ora il loro ritorno è vicino.
Veglieranno in silenzio sul nostro mondo, conservando il ricordo della lotta nel profondo del cuore.

Ricorda sempre che le forze del mondo devono essere usate per giusti propositi...
che il potere della luce non deve mai essere usato per scopi oscuri.
Ricorda che i veri Cristalli sono nel tuo cuore.

Perché tu sei il guerriero che ha attraversato il tempo.
Tu sei il portatore della luce...

Final Fantasy II[modifica]

Il gioco contiene una parte extra chiamata Rinascita, sbloccabile solo al termine del gioco principale, al termine della quale si ripete il finale del gioco con alcune aggiunte.

Introduzione[modifica]

Una pace antica...
...è giunta alla fine.
L'imperatore di Palamesia ha radunato i mostri degli inferi...
e ha iniziato la sua campagna di conquista del mondo.
Un esercito ribelle, con base nel regno di Fynn, si oppone ai piani dell'imperatore.
Ma il castello dei ribelli cade a causa di un attacco dell'impero.
I ribelli sono costretti a ritirarsi una remota cittadina di Altair.
Anche quattro giovani di fine devono fuggire di fronte alle forze imperiali.
Quelle stesse forze imperiali che hanno ucciso i loro genitori.
Ma la loro fuga è appena iniziata...

Dialoghi[modifica]

  • Hilda: C'è una grande energia vitale in voi, ma non potrei mai permettere che vi uniate a noi. Non avete esperienza in battaglia, non voglio che sprechiate le vostre vite inutilmente. Dovreste tornare a casa.
    Maria: Ma non abbiamo più una casa. I nostri genitori...
    Hilda: Sono spiacente, ma non cambi idea. Non potete far parte dell'esercito, ma potete rimanere qui. Non ci dovrebbero essere problemi se conoscete la parola d'ordine: rosa selvatica; è lo stemma del regno di Fynn, rappresenta la nostra speranza in un futuro ricco di forza e bellezza.
  • Gordon: Volevo prendere la torcia, ma là dentro è un covo di mostri. Non potevo tornare a mani vuote, non so che cosa fare.
    Maria: Sai muoverti nella rocca, vero? Pensi di poterci aiutare a trovare la strada?
    Gordon: La rocca nascondere troppi segreti. Ma voglio aiutarvi combattere, posso?
  • Re: Gordon, sei diventato così forte. Voglio che sia tu a guidare l'esercito. Fai tutto quello che puoi per aiutare Hilda... Se combinate i vostri sforzi, il giorno della nostra vittoria verrà. Questo è quello che chiedo a ognuno di voi.[...]
    Gordon: Dovremo risparmiare le lacrime per un'altra occasione. Dobbiamo esaudire gli ultimi desideri del re. Ognuno di noi ha un dovere... Non deludiamo il nostro re.
  • Gordon: La principessa è stata rapita. Devo salvarla.
    Leila: So come ti senti, non preoccuparti. Io e miei ragazzi guideremo l'esercito. Comando una nave, ce la caveremo. Tu vai e non preoccuparti, capisco.
  • Imperatore: Venite a ricevere la vostra ricompensa.
    Hilda: Questa è la vostra occasione di uccidere l'imperatore.
    Imperatore: Ho io il premio per dei ribelli come voi.
  • Imperatore: E così dopo aver resuscitato le viverne vi presentate al mio cospetto. Ma rimanete dei fastidiosi insetti che non sono nemmeno degni della sua dei miei stivali. Addio. [...] Sembra non siate sprovveduti in fin dei conti. Vediamo come ve la cavate adesso... [...] Niente male davvero. Sembra abbia fatto un errore sottovalutarvi. Spero vi rendete conto del grande onore che sta per concedervi. [...] No, io non morirò.
    Firion: È finita, dovremo tornare a Fynn.
    Hilda: Grazie ai vostri sforzi abbiamo finalmente sconfitto l'imperatore. Grazie. Il mondo era caduto nella oscurità, ma ora la luce della pace può tornare a risplendere. Voi, cos'altro potremo chiedervi? Le storie del vostro coraggio saranno raccontate per generazioni. Ma ora è il momento dei festeggiamenti. In molti sono venuti a rendere omaggio agli eroi che hanno sconfitto l'imperatore. Non voglio che tornino a casa delusi.
    Soldato: Il cavaliere oscuro Leon si è autoproclamato imperatore. Ha riorganizzato l'impero. Invierà delle truppe, ci massacrerà tutti... Ugh!
    Hilda: Non è possibile! Leon è il cavaliere oscuro? Ma pensavo fosse vostro amico. Tuo... fratello.
    Maria: Andrò da lui e lo farò ragionare. Deve essere sotto l'influsso di qualche incantesimo. Ne sono sicura!
    Hilda: E sia. L'impero ha sede nell'impenetrabile Palamesia.
    Gordon: Leon... pensi che sarete in grado davvero di lottare contro il fratello di Maria?
    [Maria annuisce] Firion: Questa è la nostra battaglia. Tocca a noi porre fine a tutto questo.
    Gordon: Mi aspettavo una cosa del genere... Fate attenzione.
  • Cid: Il ciclone mi ha proprio fatto male alla schiena, ma l'aereonave è senza un graffio. Prendetela, è solo un prestito... ci siamo capiti. Me la dovete restituire... Trattatela bene...
    Paul: Quello era l'ultimo desiderio di Cid. Sapeva che stava per morire ed era pronto. Aveva deciso di darvi l'aereonave da quando lo aveva capito. Adorava quella nave con tutto se stesso e l'ha affidata a voi, rifletteteci.
  • Leon: Sapevo saresti venuto Firion! Pensi davvero di potermi uccidere?
    Maria: Basta, finitela! Perché continui a combattere, Leon?
    Leon: Parole deboli da creature deboli. Sapete cosa fa girare il mondo? Il potere. Il potere assoluto! Il trono imperiale è mio! I deboli non possono sopravvivere senza i potenti a guidarli! Quante vite hanno sprecato i ribelli da quanto hanno deciso di opporsi all'impero?
    Imperatore: Le manie di grandezza non ti si addicono, Leon. Ho trovato l'idea di che sul trono deliziosamente assurda, ma è ora di finirla. Questo mondo può avere un solo imperatore, me!
    Leon: Sei vivo, che cosa sei? Ma non importa. L'impero è mio ora e non ho intenzione di cederlo a nessuno!
    Imperatore: L'impero? Ah! Ora non ha bisogno di simili bazzecole. Tutto il mondo cadrà per mano mia, e dei poteri che ho ottenuto negli inferi. E il vostro sarà il primo sangue a essere versato!
    Ricard: Chiamate la Viverna, potete usarla per fuggire.
    Firion: Ricard, cosa stai facendo?
    Ricard: Non ti sarà facile versare il sangue dell'ultimo dei dragoni.
    Imperatore: Sarà un piacere smentirti.
    Ricard: Gli spiriti dei dragoni possano donarmi la loro forza.
  • Hilda: Che è successo?
    Firion: L'imperatore è tornato dagli inferi.
    Maria: Ricard si è sacrificato per permetterci di fuggire. Joseph... Minwu... Cid... Ricard... tutti morti... Non so per quanto potrò sopportare tutto questo.
    Leon: Se egli continuerà a vivere, altri moriranno.
    Firion: Principessa, permetta a Leon di unirsi ai ribelli. Per favore...
    Hilda: Il cavaliere oscuro un ribelle? Molto bene, ma sarà sotto la vostra responsabilità.
    Maria: Leon! Ti prego, lotta con noi contro l'impero! [Leon annuisce]
  • Gordon: L'edificio apparso è il Pandaemonium, dimora del signor degli inferi.
    Hilda: Tanto tempo fa i mostri degli inferi invasero il mondo attraverso il valico di giada.
    Leila: L'imperatore ha venduto l'anima al diavolo...
    Guardie: ... che è tornata dagli inferi.../... e deve essere distrutta...
  • Kain: Il signor dragone, tornerà, vero?
    Elina: Anche Ricard non c'è più. Era... un dragone nobile. Sono sicura sia stato felice di morire in nome dell'onore. Penso sia meglio lasciarsi Deist alle spalle cercare una nuova casa. Queste mura conservano troppi ricordi dolorosi... oh, ho detto a Ricard è quello che avete fatto per salvare l'uomo di Viverna. Ve ne era molto grato. Voleva che voi aveste il tesoro più prezioso dei dragoni di Deist. Ora siete voi più adatti a impugnare la spada Excalibur.

Altro[modifica]

  • Anima che vaghi nell'oblio, abbandona quella terra lontana dove afflizione e oscurità regnano sovrane!
  • Il sosia immobile. La purezza del cuore di Firion ha travolto il cuore corrotto della creatura. Sistemi la maschera nera sul viso del sosia. La maschera e la creatura spariscono.
  • Pandaemonium è un castello illusorio, anche se lo vediamo in questo mondo, in realtà si trova negli inferi.
  • Scott: Dite a mio fratello che ha una grande forza in sé... Dite a Hilda che l'amo... no, non consegnateli questo messaggio. Le confessioni di un uomo in fin di vita... sarebbero solo fonte di dolore per lei...
  • Hilda: Cid era capo dei cavalieri. Ha costruito la prima aereonave fino a decidere di dedicarsi completamente a quelle. La sua partenza ha lasciato un vuoto in noi.
    Abitante: Ha dato tutto per la sua aeronave.
  • Minwu: Tutti coloro che vivono un giorno moriranno. È ineluttabile. Ma il mio dovere di stregone bianco è alleviare le pene di coloro che soffrono. Rimarrò qui e mi dedicherò alla cura dei feriti. Mi congedo da voi. Il destino del mondo è nelle vostre mani. Dovete distruggere la Dreadnaught.
  • Minwu: Ti stavo aspettando Firion. Sono riuscito a raggiungere il sigillo, ma la magia che lo protegge sembra essere molto potente. Userò tutto il potere per aprire la porta. Speriamo sia abbastanza per frantumare il sigillo. Stati indietro [...] Attraversate quella porta. Dovete prendere... Ultima... Non siate tristi... Questo... Questo era il mio destino...
  • Leila: Ammetto la sconfitta. Forza dateci un taglio. Cosa confabulate? Volete davvero unirvi a noi nella lotta contro l'impero? Un mucchio di reietti come noi che lottano a fianco di gente come voi... Mi piace quest'idea. Uomini vostri posti. A Brest, in capo al mondo, vi ci porteremo comunque.
  • Leila: Pazzi. Avete pensato di avventurarvi in campo nemico senza di me?
  • Leila: Ho visto abbastanza, Firion, da capire che faresti meglio a non abbassare la guardia di fronte alle belle donne.
  • Viverna: Il veleno dell'imperatore scoraggiato nelle mie vene. Non sfuggirà al destino che si è già abbattuto sui miei simili. Vi chiedo solo un ultimo favore... portate quest'uovo alla fonte della vita.
  • Mago: Avete fatto dei progressi... ma dovete sconfiggermi prima di proseguire la vostra ascesa.
  • Imperatore: Avete scandagliato le viscere degli inferi per trovarmi. Ma la mano dell'uomo che distribuisce giustizia fallace e amore desolato non può sperare di sconfiggere il Signore e padrone degli inferi in persona!

Rinascita[modifica]

  • Minwu: [Attraversate... quella porta... Dovete prendere... Ultima... Non siate tristi... Questo... Questo era il mio destino...]. Mmh... Dove mi trovo, sono morto? C'è qualcuno? Gordon?
    Scott: Minwu? Lo stregone bianco di Fynn? Sono io, Scott di Kashuan.
    Minwu: Scott, principe? Avevo sentito dire che era stato ucciso Fynn...
    Scott:È vero, diedi un anello ad un gruppo di giovani inviati dei ribelli poi...
    Minwu: Ciò significa che questo luogo deve essere...
    Scott: E così, anche tu sei morto? E Hilda e Gordon?
    Minwu: No, la principessa Hilda e il principe Gordon stanno bene... O perlomeno, così era prima che morissi...
    Scott: Allora è vero, siamo morti entrambi...
    Minwu: Sì. Vederti ha fugato ogni mio dubbio.
    Scott: Come è accaduto? Lasciami indovinare... sono stati gli imperiali?
    Minwu: No, ho deciso di morire di mia spontanea volontà. Era l'unico modo per spezzare il sigillo che custodiva la magia definitiva.
    Scott: Ultima? L'imperatore diventato tanto potente da dover far ricorso alla magia così terribile?
    Minwu: Sono sicuro che la mia morte non sia stata inutile. Ormai Ultima dovrebbe essere nelle mani del gruppo di giovani cui desti l'anello.
    Scott: Loro?
    Minwu: Firion, Maria e Guy... sono il cuore delle forze ribelli.
    Scott: Capisco... ma dove ci ha portato tutto questo?
    Minwu: Nell'aldilà, suppongo.
    Scott: E, più precisamente, negli inferi, a giudicare dal paesaggio. Del resto ho tolto la vita a molti nemici nel corso della mia lotta contro l'impero...
    Minwu: Potrebbe trattarsi degli inferi... o forse di Giada.
    Scott: Giada? Il passaggio per gli inferi?
    Minwu: Non saprei. Scopriamolo.

Cristalli di Ultima[modifica]

  • Vi concedo la celerità del vento impetuoso. (Agilità)
  • Vi concedo la lucentezza cristallina dell'acqua. (Intelligenza)
  • Vi concedo la quieta solitudine della terra. (Spirito)
  • Vi concedo il potere della fiamma ardente. (Forza)
  • Ultima Weapon: Minwu, Stregone bianco di Fynn, pensi di essere degno di usare il più potente degli incantesimi? Dimostra la tua forza. Sconfiggimi.
  • Ultima Weapon: Minwu, Stregone bianco di Fynn, hai spezzato il sigillo e hai provato la tua forza. Ti affido ultima, il più potente degli incantesimi. Nessuno è più degno di te.

Finale Completo[modifica]

  • Imperatore Splendente: Pazzi! La vostra scelta non cambierà niente! Il sangue continuerà a scorrere... Guerra e violenza non... avranno mai fine! Uaaaaaah!
    Imperatore Oscuro: Incredibile... Sono stato sconfitto da... delle nullità come voi... non una, ma ben due volte! Chi... siete? Aooooorgh!
    Firion: È finita, ora filiamo!
  • Hilda: È... È finita, non è vero? È stata una lotta lunga... ma ora che l'imperatore morto, non abbiamo più nulla da temere. Grazie. Vi ringrazio dal profondo del mio cuore.
    Minwu [anima]:...
    Gordon: Ricostruiremo il regno, grazie all'impegno congiunto di Kashuan e Fynn. Insieme, creeremo un regno più eco del precedente. Un tempo ero un codardo, ma ora sono un uomo nuovo. E devo ringraziare voi per tutto questo. Avete la mia gratitudine. Sono sicuro che Scott mi stia guardando soddisfatto da lassù.
    Scott [anima]: Gordon... si diventato così forte...
    Paul: Guardatevi. Non vi rendete conto di quello che avete fatto? Ora che l'impero non c'è più, chi ruberò? Sono disoccupato, ed è tutta colpa vostra! Immagino che non mi rimaniate che poi... fareste meglio stare attenti!
    Leila: Ben fatto, Firion! Sei proprio un ragazzo che mi eri sembrato fin dall'inizio! Se ti venisse mai voglia di provare la vita del pirata... Cosa? Maria, non sei d'accordo? Ah ah ah! Firion, sembra che la sua prossima battaglia si è già iniziata! [Leila cala lo sguardo ed esce]
    Nelly: Ce l'avete fatta! Sono sicura che anche papà sia felice per voi, lassù, tra le nuvole. Lavorerò qui al servizio della principessa. Voglio dare anch'io un contributo!
    Josef [anima]: La mia Nelly! È proprio una ragazza coraggiosa.
    Firion: Josef?
    Elina: Anche noi abbiamo deciso di vivere a Fynn. Kain non diventerà mai un buon dragone, se continuiamo a scappare dal nostro passato.
    Kain: Non scapperò di fronte a niente! Ho il mio drago diventerò il più grande dragone della storia!
    Ricard [anima]: Lo sarai, Kain. Il sangue dei dragoni scorre nelle tue vene.
    Hilda: Ora dobbiamo pensare a ricostruire ciò che è andato perduto. Addio. Le parole non possono esprimere la mia gratitudine nei vostri confronti.
    Scott [anima]: Gordon... bada a Hilda per me.
  • Guy: Guerra finita finalmente!
    Firion: Sì.
    Maria: Possiamo di nuovo vivere in pace. Insieme.
    Firion (abbassando il capo):...
    Maria:...vero Leon?
    Leon: Non possiamo tornare indietro, ormai.
    Minwu [anima]:...
    Maria: Ma... perché? Non andare! Firion fermalo!
    Firion: Maria... Leon ha ragione. Ne abbiamo passate troppe. Non posso fermarlo. Non adesso... Leon! Quando sarà tempo... ti aspetteremo [Leon ondeggia la testa ed esce]. Be', sarà meglio che ci incamminiamo anche noi. Questo è solo l'inizio!
  • Ricard [anima] : È il momento di andare...
    Josef [anima] : Tocca a loro, adesso.
    Scott [anima] : Pensi che possono farcela, Minwu?
    Minwu [anima] : Sì, penso di sì. Sono gli unici in grado di porre fine a questo circolo vizioso di violenza.
    [Le anime manifestano il loro assenso e scompaiono]

Epilogo[modifica]

La loro lunga battaglia era giunta finalmente alla fine.
L'imperatore... Pandaemonium...
I mostri.
Tutto era sparito senza lasciare alcuna traccia.
La pace era tornata regnare sulla terra.
Le ferite provocate dalla guerra sarebbero guarite e il ricordo svanito di quei giorni.
Ma una cosa non sarebbe stata dimenticata:
un gruppo di giovani eroi che salvarono il mondo.

Altri progetti[modifica]