Francesco Cavalli

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Francesco Cavalli

Francesco Cavalli, nato Pier Francesco Caletti-Bruni (1602 – 1676), compositore italiano.

Citazioni su Francesco Cavalli[modifica]

  • Cavalli contribuì più di tutti gli artisti di quell'epoca al progresso del melodramma; la sua musica è altamente drammatica, ed egli seppe introdurvi una potenza di ritmo che prima di lui non si conosceva. (Oscar Chilesotti)
  • Con l'opera di Francesco Cavalli viene a determinarsi ancora più stabilmente la forma della composizione drammatica nel Seicento. La melodia, piena di affetto e di slancio, il recitativo incisivo, l'orchestra, anche con parte autonoma ed intendimenti rappresentativi. In Le nozze di Teli e di Peleo vi è un coro eroico al quale si associa un potente concerto orchestrale. Una schiera di cavalieri chiama all'armi e l'orchestra colorisce il vivace canto di guerra con squille marziali di strumenti militari, corni, trombe, tromboni. (Guido Pannain)
  • È certo che il Cavalli ha dato alle sue arie forme eleganti, e che ebbe molta cura dell'armonia e dell' istromentazione. Dice il Fétis[1] che l'aria della Didone è una cosa perfetta tanto per la melodia che per l'espressione delle parole, e che Alessandro Scarlatti stesso non fece niente di più bello. (Oscar Chilesotti)

Note[modifica]

  1. François-Joseph Fétis (1784 –1871), musicologo e compositore belga.

Altri progetti[modifica]