Francesco Nuti

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Francesco Nuti

Francesco Nuti (1955 – vivente), attore, regista, sceneggiatore produttore cinematografico e cantante italiano.

Citazioni di Francesco Nuti[modifica]

  • Depressione vuol dire stare attenti. Io l'ho avuta e l'ho combattuta.[1]
  • Il cinema è fatta da ottanta persone e quindi io tranquillamente, molto tranquillamente, so quello che devo fare.[1]
  • Io ho avuto una depressione e io ho avuto il coraggio di dire quello che ho.[1]
  • Io mi vergogno di chi si vergogna.[1]

Da Francesco Nuti come "Bogey"

Intervista di Lamberto Antonelli, Stampa Sera, 26 novembre 1984.

  • [Sul doppio ruolo di attore e regista] Mi piace stare davanti e stare di dietro. Ma se posso saltellare dal dietro all'avanti allora è ancora più divertente.
  • [Sull'impegno nel suo cinema] Soltanto una gran voglia di raccontare storie semplici, come sono appunto i casi della vita, incontri e separazioni. Mi interessa provocare un certo tipo di emozioni.
  • L'amore è così, un gioco di lasciarsi e ritrovarsi. E ogni volta è diverso, non siamo mai come eravamo prima.
  • Dicono che il mio cinema somiglia più a quello americano che a quello italiano. Io amo raccontare delle storie amando il mestiere.

Citazioni su Francesco Nuti[modifica]

  • Siamo stati inseparabili. Qualcuno all'inizio equivocava, dicevano che ero il suo "amichetto". In modo diverso, però, sono stati dieci anni di amore sfrenato. Abbiamo abitato nella stessa casa, scrivevamo giorno e notte. Poi lui ha avuto le sue brutte esperienze, abbiamo smesso di lavorare insieme negli anni in cui beveva. Non mi voleva vedere perché io ero lo specchio della sua verità. Poi, quando ha avuto l'incidente, ci siamo ritrovati. Ora è in clinica a Roma, vado quasi tutti i giorni. Ho paura solo del momento in cui non ci sarà più. Solo a dirlo, ora, sento il cuore che pompa più forte. (Giovanni Veronesi)

Citazioni tratte da canzoni[modifica]

Starnuti[modifica]

Etichetta: Sony BMG, 2006, prodotto da Leonetto Vignali, Francesco Nuti.

  • Giulia non lo sa, | ma dentro al cuore mio | c'è l'ombra dei suoi brividi, | e l'alba della sua mano. | E quando il nostro abbraccio sfiorirà | oltre il tempo che non ride mai | conserverò il silenzio | del suo sguardo | ogni voce sua. | E questa è Giulia che vive | fra le pieghe del mio cuore | da sempre bella e nuda | come un fiore | che non passa mai.(da Giulia, n. 2)
  • Amara è la morte | dopo una vita | se l'hai vissuta | solo a metà.(da Batte la spola, n. 5)
  • Se ho sbagliato e ho riprovato sarà per te. | Se quando sono solo ho paura | ho paura a stare con te. | E se qualcosa resta, sarà per te. | E se un sogno resta, sarà per te. | Se adesso sto cercando di capirti fino in fondo | e non mi accorgo che rimango | troppo solo in mezzo al mondo. | Ma quando son sereno io non posso fare a meno. | di pensare "mamma mia, che fortuna che ci sia!(da Sarà Per Te, n. 7[2])
  • E se il cuore batte, sarà per te. | E se mi sento forte, sarà per te. | E adesso nel silenzio io ti prenderei per mano | e con un bacio raccontarti che mi manchi e mi manchi. | Sarà, sarà, sarà, sarà per te | tutto quello che è stato sarà per te. | No no, no no | Adesso vieni fuori che io mica ti conosco | o forse lascia stare che mi sembra ancora presto.(da Sarà Per Te, n. 7[2])
  • Alta, | o bella, | o bionda | Alta, bella, bionda | Occhi | celesti | Puppe a pera | Tu c'hai le puppe a pera | Tu c'hai le puppe a pera, pera, pera, pera, pera, pera, | puppe a pera. (da Puppe A Pera, n. 11)

Note[modifica]

  1. a b c d Dall'intervista di Giuseppe Cruciani per la trasmissione mattutina di Radio24 "Viva Voce" del 12 maggio 2006, Zanzara Republic, 22 febbraio 2020 Video disponibile su Youtube.com.
  2. a b Testo di Riccardo Mariotti.

Filmografia[modifica]

Attore[modifica]

Produttore[modifica]

Regia[modifica]

Sceneggiatore[modifica]

Altri progetti[modifica]

Opere[modifica]