Franco Calandrini

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Franco Calandrini (1961 – vivente), direttore artistico, produttore cinematografico e scrittore italiano.

Incipit di È colpa di chi muore[modifica]

La pioggia cadeva rabbiosa da ormai trentasei ore senza alcun segno di cedimento, mai vista una cosa simile, da quando son nato almeno.
Il mercato del pesce, esiliato di quartiere in quartiere, aveva trovato finalmente all'angolo dell'ufficio postale, dietro la banchina est della darsena, la sua sistemazione naturale. L'odore acre delle interiora sventrate restava nell'aria fino la mattina successiva e anche dopo il passaggio dei netturbini forniti di lance e spalleggianti, anche dopo il passaggio dei camion della nettezza urbana, il fetore non se ne andava. L'acquitrino, lo chiamano i nativi. Lì, sbandati e miserabili d'ogni sorta deambulano fino a tarda notte, certi che nessuno li andrà a infastidire.

Bibliografia[modifica]

Altri progetti[modifica]