Freak Antoni

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Roberto "Freak" Antoni (1954 – 2014), scrittore e musicista italiano.

Citazioni di Roberto Antoni[modifica]

  • Non capite un cazzo, questa è avanguardia, pubblico di merda![1]
  • Si dice che una volta toccato il fondo non puoi che risalire. A me capita di cominciare a scavare.[2]
  • Sono sempre stato, e mi ritengo ancora un dilettante. Cioè una persona che si diletta, che cerca sempre di provare piacere e di regalare il piacere agli altri, che scopre ogni volta quello che fa come se fosse la prima volta. Non mi riconosco nei panni del professionista con la "P" maiuscola, che comunica le regole che ha imparato dalla gavetta in poi, esercitando il proprio mestiere.[3]

Non c'è gusto in Italia ad essere intelligenti[modifica]

  • A volte il fumo è molto meglio dell'arrosto.
  • Dio c'è ma ci odia!
  • Fai bene a lasciarmi anch'io fossi in me mi lascerei.
  • Il sesso è peccato... farlo male.
  • La fortuna è cieca, ma la sfiga ci vede benissimo.
  • Se sei muto ridi con gli occhi, se sei cieco ridi con la bocca. Se sei muto e cieco c'è ben poco da ridere.
  • Se uno s'impegna può star male ovunque.
  • Vi ringrazio di esistere e di aver acquistato questo libro. Sappiate che Vi amo.
  • Si dice che una volta toccato il fondo non puoi che risalire. A me capita di cominciare a scavare.

Note[modifica]

  1. Durante il concerto Bologna Rock, 2 aprile 1979. Citato su Onda Rock.it.
  2. Citato in Giorgio Vasta, "Fondo" è la parola chiave così Palermo scopre l'altra faccia dell'America, Repubblica.it, 2 marzo 2017
  3. Da un'intervista del 2007; citato in Bruno Giurato, Freak Antoni: "Un risotto vi seppellirà". L'intervista inedita, il Giornale Off.it, 12 febbraio 2014.

Bibliografia[modifica]

  • Roberto Antoni, Non c'è gusto in Italia ad essere intelligenti, Feltrinelli.

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]