Grand Theft Auto IV

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
(Reindirizzamento da GTA IV)
Jump to navigation Jump to search

Grand Theft Auto IV

Immagine Mural ad GTA IV NYC.jpg.
Titolo originale

Grand Theft Auto IV

Sviluppo Rockstar North
Pubblicazione Rockstar Games
Anno 2008
Genere azione
Tema criminalità
Piattaforma Xbox 360, Microsoft Windows, PlayStation 3, Xbox One
Serie Grand Theft Auto
Preceduto da GTA: Vice City Stories
Seguito da GTA: Chinatown Wars

Grand Theft Auto IV, spesso abbreviato in GTA IV, videogioco d'azione del 2008.

Citazioni[modifica]

  • La vita è complicata. Ho ucciso persone, contrabbandato persone, venduto persone. Forse qui le cose saranno differenti. (Niko Bellic, dal Trailer I)
  • Scegliere tra la tua salute e un bel paio di tette sarebbe stato difficile anche per me. (Roman)
  • Sai, se c'è una cosa che ho imparato, è che bisogna rispettare le regole del gioco. Si può scegliere a che gioco giocare, Niko Bellic, ma non si possono cambiare le regole. (Dimitri)
  • Più la scimmia si arrampica, più mostra il suo culo peloso. (Little Jacob)
  • (a Playboy X) Tu non hai cambiato le regole del gioco. È il gioco che ha cambiato te. (Niko)
  • Ci deve essere una pizzeria nei dintorni, perché non ho mai visto tanti italiani tutti insieme. (Packie)
  • Non esistono il bianco e il nero ma solo fottute sfumature di grigio. (Francis)
  • Solo la morte cancella le cose, chi vive non può dimenticare. (Niko)
  • Benvenuto in America. (Niko)
  • Un altro rottinculo a cui i soldi hanno dato alla testa. (Playboy X)
  • Mi chiedo se sia meglio un serpente temerario o un leone che cadrà nella sua vecchiaia. ( Jimmy riferendosi a Ray e a Phill)
  • Sono Patrick McReary. Probabilmente non ricorderò di averti dato il mio numero, o chi tu sia. Ragazze, mi dispiace ma era per una notte sola. (Segreteria telefonica di Packie)
  • Tutti facciamo delle cazzate, è questo che ci rende umani. (Hossan)
  • Se vuoi il latte non devi farmi contare le mucche. (Real Badman)
  • Pensavo che gli americani fossero tutti grassi e lenti! (Niko)

Dialoghi[modifica]

  • Mikhail Faustin: Allora... Niko Bellic. Pensi che sia divertente ammazzare uno dei miei uomini? [riferendosi a Vlad]
    Niko Bellic: Se sono degli stronzi, sì.
    [Faustin spara a uno dei suoi scagnozzi]
    Mikhail Faustin: Sono d'accordo!
  • Niko Bellic: La vita è complicata. Io non avrei mai pensato di finire così.
    Ilyena Faustin: No?
    Niko Bellic: Durante la guerra ho fatto molte cose brutte. Dopo la guerra, mi era indifferente fare cose brutte. Ho ucciso, contrabbandato, venduto persone.
    Ilyena Faustin: E non si preoccupa per la sua anima?
    Niko Bellic: Dopo che entri in un villaggio, e vedi cinquanta bambini, tutti seduti stretti stretti in fila lungo il muro di una chiesa, tutti con la gola tagliata e le mani troncate, ti rendi conto che una creatura capace di questo non può avere un'anima.
  • Ray Boccino: Perché rischi tanto? Perché ti ficchi in questi casini? Perché ti spacchi la schiena così?
    Niko Bellic: Perché mi servono i soldi e perché non so fare nient'altro.
    Niko Bellic: E perché in questo sono bravo.
  • Niko Bellic: E questo giustifica il tuo pugnalare gli amici alle spalle?
    Darko Brevic: Quando tutto quello in cui credi si dimostra essere di merda. Si possono fare strane scelte.
    Niko Bellic: Vaffanculo! Strane scelte? Quanto?
    Darko Brevic: Mille.
    Niko Bellic: Hai ucciso i miei amici per mille dollari?
    Darko Brevic: Quanto ti fai pagare tu per uccidere qualcuno?
    Niko Bellic: Tu hai rovinato la mia vita, figlio di puttana!
  • Roman: Non voglio morire, amico! Non così!
    Niko Bellic: Come vorresti morire, Roman?
    Roman: Facendo sesso con tre donne o al mio centesimo compleanno, non lo so!

Altri progetti[modifica]